Orifici (Fli): "Del Bono che occasione sprecata" 1

Orifici (Fli): "Del Bono che occasione sprecata" 1 Riceviamo da Nino Orifici di Fli Isole Eolie in risposta al presidente di Federalberghi Christian Del Bono e pubblichiamo: Gentile Presidente della Federalberghi Eolie e isole minori, nel dimostrarle la nostra sorpresa scaturita dal suo comunicato e nel mostrarle, inoltre, la nostra fierezza in relazione alle doti divinatorie che ha dimostrato esprimendo con tanta sicurezza valutazioni inerenti ad un incontro che ancora doveva realizzarsi e che tra l'altro, dettaglio da non sottovalutare, non ha sentito la necessità di presenziare almeno per aver piena conferma di quanto da lei dedotto in maniera preventiva, riteniamo di doverle meglio significare lo spirito dell'incontro e gli argomenti trattati in “ Lipari fu turista”. “Lipari fu turista” è stata lo spin-off di un progetto umano, civile e politico che il gruppo Fli isole Eolie sta tentando di costruire affinché le isole Eolie possano disporre delle attenzioni e della collaborazione istituzionale che spettano loro. Se fosse venuto all' HOTEL AKTEA, ove si è tenuto l'incontro, avrebbe potuto appurare che non si stava ciarlando in stretto politichese di opere faraoniche, di migliaia di posti lavori a fermo giro di posta, di riduzione delle tasse per tutti o fondi a pioggia, come si è sentito in tante campagne elettorali. Il confronto scaturito dai vari interventi si è fondato su fatti ed azioni concrete, già attuate e da prendere, urgenti e meno urgenti, di prospettiva a breve o a lungo termine, si sono fatte proposte e si sono poste domande. Se fosse venuto, avrebbe sentito dalle parole dello stesso Assessore Tranchida, l'infausto protagonista dell'occasione perduta come Lei scrive, che nella finanziaria appena approvata in Regione, il gruppo di FUTURO E LIBERTA’ ha supportato un emendamento alla legge finanziaria che permetterà agli albergatori che hanno usufruito di finanziamenti pubblici per la costruzione di attività ricettive di poter derogare parzialmente, vista la crisi in corso, ai livelli occupazionali minimi previsti dai bandi di finanziamento e sottoscritti dai beneficiari, la cui violazione avrebbe implicato la revoca dei benefici a loro assegnati a fondo perduto.. Credo che lei, in virtù del suo ruolo di rappresentante della categoria per il nostro arcipelago, possa ben percepire i riflessi economici ricadenti su diverse attività ricettive delle Eolie. Se fosse venuto, avrebbe potuto sentire la descrizione in prima persona di come si svolgono i processi amministrativi e decisionali del nostro comune da parte del rappresentante dei pontili privati, rag. Spinella, a cui è stato letteralmente impedito di partecipare alla conferenza di servizi a Palermo indetta dall'amministrazione uscente di Lipari in relazione alla realizzazione dell'ormai tristemente famoso “MEGAPORTO” grazie alla presenza di due vigili urbani appartenenti al corpo di Lipari che, a mò di guardia svizzera, bloccavano l'accesso alla sala della conferenza a qualsivoglia cittadino eoliano, finanche a coloro che erano portatori diretti di interessi specificatamente legati alla portualità turistica, nonché LEGGITTIMI concessionari demaniali. Riguardo l'impianto sportivo, che è stato oggetto di una richiesta di finanziamento, malamente, tardivamente e tecnicamente carente presentata dall’ attuale amministrazione , ricordando che lo sport fa parte delle deleghe a cui è preposto l'assessorato, da tempo si è ribadita la necessità di riconvertire la struttura ormai fatiscente in un centro polifunzionale che garantisca lo svolgimento di attività sportive pluridisciplinari per la collettività eoliana in inverno e la realizzazione di manifestazioni di ampio respiro ed affluenza in estate che possano fungere anche come veicolo di promozione turistica. In relazione agli spettacoli, si sono fatti passi concreti, riguardo all'istituzionalizzazione del CARNEVALE DELLE EOLIE, prevedendo la sua annessione al famosissimo CIRCUITO DEL MITO, sia a livello finanziario che artistico e al di là delle intrinseche potenzialità prettamente turistiche, offre allo stesso tempo importanti opportunità di coesione sociale e aggregazione a favore della stessa popolazione residente. Piccola parentesi e testuali parole di DEL BONO “Relegando il turismo, a temi, sia pure importanti, ma sicuramente minori rispetto alle problematiche che investono l’arcipelago eoliano e il turismo siciliano in generale”, vorremmo far presente, ad esempio che il solo CARNEVALE di Acireale conta più di 1.000.000 di presenze in soli 20 giorni a differenza delle poco più di 450.000 che le isole eolie totalizzano in 365 giorni dell’anno. segue

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 01/05/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbe interessarti anche...

Hotel Tritone


Filippino

Vetrina immobiliare

Villa con piscina S. Salvatore Lipari
Vendesi fabbricato panoramico Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato panoramico Acquacalda Lipari
Euro 160,000.00
Vendesi casa Indipendente Monte Lipari Vendesi casa Indipendente Monte Lipari
Euro 380,000.00
Vendesi terreno panoramico fabbricabile Lipari Vendesi terreno panoramico fabbricabile Lipari
Euro 130,000.00
Vendesi Palazzina Sottomonastero Lipari Vendesi Palazzina Sottomonastero Lipari
Euro 750,000.00

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Agghiotta di pesce spada

Agghiotta di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Instagram #liparibiz