Taranto:episodi di terrore e violenza

“Diventa sempre più urgente, sul piano della sicurezza pubblica, sforzarsi per garantire i mezzi necessari alle forze dell’ordine: l’ho fatto notare a più riprese e lo ribadisco”, commenta così Antonio Scalera, capogruppo regionale dell’Unione di Centro, gli episodi di vandalismo e di teppismo avvenuti nella città di Taranto nei giorni scorsi. “Ribadirò tale concetto anche a costo di risultare ripetitivo e noioso: la sicurezza dei cittadini tarantini – spiega Scalera – non può essere un argomento sul quale soprassedere, ma rappresenta, invece, la prima delle questioni che le istituzioni tutte devono discutere: il clima diviene sempre più intollerabile”. Gli episodi si riferiscono a una bomba fatta esplodere dinanzi a una pizzeria in Via Medaglie d’Oro, e udito anche nei quartiere periferici del capoluogo jonico, e al danneggiamento della statua della ‘Ninfa tarantina’, situata all’inizio della discesa Vasto, alla quale è stato mozzato un braccio. “Episodi di vandalismo e inciviltà si verificano soprattutto quando c’è una palese assenza di mezzi a disposizione per la pubblica sicurezza: alle forze dell’ordine, impegnate quotidianamente nonostante le difficoltà – conclude Scalera – rivolgo la personale solidarietà e l’invito a proseguire lungo la strada della tutela dell’incolumità dei cittadini e dei beni culturali della città”.



, a cura di Alfredo Gennaro D'Agata