Alla scoperta del silenzio.

Alla scoperta del silenzio.

 “Qui c’è molta calma. Una calma terribile”
  Nanni Moretti, Caro Diario.

Nanni Moretti nel suo film “Caro Diario”, ci descriveva Alicudi come un’isola diversa dalle altre, dove ci si poteva concentrare e dove c’era molta calma, fin troppa, da lui definita una “calma terribile”. Sulla scia di tali parole, l’Accademia del Silenzio, nata ad Anghiari, piccolo borgo in provincia di Arezzo, ha deciso di inserire Alicudi, fra i luoghi più silenziosi d’Italia. L’accademia nasce come una scuola, un laboratorio creativo con corsi, seminari, escursioni, ideata da  due amanti del silenzio, la giornalista e ricercatrice Nicoletta Polla Mattiot, e Duccio Demetrio, docente di filosofia all’università Milano Bicocca.  Questa accademia ha tracciato una lista con i luoghi più silenziosi d’Italia, luoghi dove poter sperimentare la filosofia del silenzio. Piccoli paesini, o isole sperdute sono gli scenari più adatti  dove esercitare le risorse terapeutiche e creative del silenzio. In Sicilia, appaiono in lista luoghi incantevoli come le rovine di  Segesta (Trapani) o isole lontane e incontaminate come Linosa nelle  Pelagie o Alicudi nelle isole Eolie.

L'isola di Alicudi è la più occidentale dell'arcipelago eoliano, poco più di 100 abitanti, prevalentemente brulla e rocciosa, non ha un porto vero e proprio, e per le barche è difficile farvi approdo. Ciò rende l’isola dotata di un fascino particolare, lontana e primitiva. Quale luogo migliore se non appunto Alicudi, dove poter, imparare il “linguaggio del silenzio” fatto di sguardi, di ascolti condivisi e di pace interiore. Sì perché il silenzio è in grado di comunicare, si può imparare ad ascoltare se stessi, riuscire a sentire i suoni della natura e ad apprezzarne i colori. Qualche piccola  casa, due negozi di alimentari e di beni di prima necessità, l’ufficio postale. Niente banche, niente centri commerciali,  nessun servizio. Alicudi  è un luogo dove il tempo si è fermato, un piccolo villaggio di pescatori, con quattro o cinque case, intervallate da  piccoli poderi  elevati su terrazzamenti tipici che si arrampicano sull’isola come una scala. Un luogo di tranquillità e tradizioni, in cui godere di pace assoluta e dell’ospitalità di un popolo autentico e radicato. Le isole Eolie dopo aver accolto la filosofia dello slow food, diventano luogo privilegiato per sperimentare la cultura e “l’ecologia del silenzio”.

Di Adriano Nicosia
 



Data notizia: 20/03/2014

Tags

Silenzio - Alicudi - Accademia del Silenzio - Nicoletta Polla Mattiot - Duccio Demetrio -



Condividi questo articolo

 


Potrebbe interessarti anche...



Vetrina immobiliare

Casa eoliana a Quattropani Lipari
Vendesi rudere con terreno Monte Rosa Lipari Vendesi rudere con terreno Monte Rosa Lipari
90,000
Balcone sul mare Sparanello Canneto Lipari Balcone sul mare Sparanello Canneto Lipari
270,000
Casa al tramonto Lipari Casa al tramonto Lipari
370,000
Casa Il Baglio Lipari Casa Il Baglio Lipari
680,000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Ciàule Cà Cipuddàta By Vera Puglisi

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz