La brioscia con il gelato

La brioscia con il gelato

La Sicilia eccelle per i suoi Maestri gelatai e ben pochi a questo Mondo non conoscono l’abbinamento esaltante con la brioscia.
La brioscia é il tipico dolce da forno il cui nome deriva dello spazio tra un solco e un altro chiamato appunto dai contadini brioscia. Il taglio che viene fatto a metà del dolce senza però dividerlo in due alla vista ricorda appunto i solchi dei campi.
Fatto con farina di forza (con elevato contenuto di glutine), lievito di birra, zucchero, uova, burro, latte, marsala e miele ha quella notissima e familiarissima forma semicircolare schiacciata e sormontata dal tuppu, una pallina fatta con la stessa pasta.
La farcitura viene fatta con la granita o con quella delizia per il palato adatta a tutte le Stagioni che conosciamo col nome di gelato.
La data di nascita del gelato non é nota ma si sa che già prima del 500 a.C. i Cinesi sapevano come conservare il ghiaccio invernale per poterlo utilizzare in estate e si sa anche che, sempre in estate, gli Imperatori Indiani mandavano i servi sulle montagne per prendere neve e ghiaccio da mescolare a succhi di frutta.
Comunque il primo documento in cui si parla di qualcosa di molto simile al gelato é quello redatto da un poeta greco vissuto nel 500 a. C. ad Atene. Egli ci racconta che i Greci preparavano bevande a base di limone, miele e melograno e neve o ghiaccio.
Fu Alessandro Magno che fece creare delle buche profondissime nelle quali riporre neve pressata che poi veniva appunto prelevata durante l’estate.
Plinio il Vecchio racconta che i Romani preparavano una crema gelata a base di ghiaccio, miele e succhi di frutta. Gli Arabi in Sicilia mescolavano i succhi alla neve dell’Etna e diedero anche un nome a questo composto: Sherbeth che poi ha dato il nome all’attuale Sorbetto.
Ma chi ha inventato il gelato così come lo conosciamo? Un italiano... tale Francesco Procopio Cutò, siciliano, che nel suo locale Cafè de Procope fondato nel 1686 a Parigi, trovò la maniera di rendere compatto ed omogeneo un composto di frutta, miele, zucchero e ghiaccio. Procopio ebbe tra i suoi più affezionati clienti Balzac, Voltaire e Victor Hugo tutti appassionatissimi del nuovo alimento.
Fu sempre allora che nacque l’usanza di servire ai commensali, a metà di un pranzo, il sorbetto al limone che era, ed é, considerato un digestivo potentissimo.
Ma solo in Sicilia si sa celebrare il matrimonio perfetto tra gelato e brioscia.

di Margherita Maria Caruso Galanti



Data notizia: 20/10/2015

Tags

brioscia - gelato - Sicilia -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Super attico salita San Giuseppe Lipari
Casa al tramonto Lipari Casa al tramonto Lipari
370.000
Vendesi secondo piano Sottomonastero Lipari Vendesi secondo piano Sottomonastero Lipari
290.000
Super attico salita San Giuseppe Lipari Super attico salita San Giuseppe Lipari
1.500.000
Vendesi secondo piano Corso di Lipari Vendesi secondo piano Corso di Lipari
230.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Ciàule Cà Cipuddàta By Vera Puglisi

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz