Anspi: " Punti nascita da mantenere"

Anspi: " Punti nascita da mantenere" Comunicato Anspi ANSPI, Associazione Nazionale Sanitaria delle Piccole Isole, accoglie con soddisfazione il Comunicato del Ministro Balduzzi in cui si assicura l'impegno del Governo per lo sviluppo e l'ottimizzazione dell'offerta di servizi alla salute per le Isole Minori e le Aree Disagiate. Le dichiarazioni fatte di recente dal nostro Ministro della Salute si inseriscono coerentemente con quanto da diversi anni A.N.S.P.I. ha perseguito per migliorare la tutela assistenziale degli abitanti delle piccole isole italiane. La delicata problematica riguardo la necessità di mantenere elevati ed adeguati standard di sicurezza del percorso nascita dei Cittadini di questi territori è da alcuni anni all'attenzione della nostra Associazione che ha sollevato la disamina dell'intera materia sin dal 1° Congresso Nazionale tenutosi sull’isola di Salina nel 2002 ed in modo particolare nel 2° Congresso Europeo di Ponza 2009, come negli ultimi due Congressi Nazionali di Pantelleria 2010 e e sull’isola La Maddalena dello scorso 2011 che hanno visto la presenza del Ministero della Salute nelle sue Massime Rappresentanze, e dell’Assessore alla Salute della Regione Sicilia (a Pantelleria). Quanto dall’ANSPI da anni proposto alle Istituzioni viene ora concretizzato con l’annunciata-“-proposta di deliberazione del Cipe, inserendo nel progetto isole minori, dunque un obiettivo del piano sanitario nazionale, un accantonamento di risorse economiche per un progetto interregionale che ottimizzi l'assistenza sanitaria nelle piccole isole e in altre localita' caratterizzate da eccezionali difficolta' di accesso e per un progetto interregionale di comunicazione ai cittadini per l'accesso a questi servizi-. Tuttavia, in particolare per quanto concerne i punti-nascita, l'ANSPI ribadisce che gli stessi, come è stato più volte sostenuto ed ora ribadito ,non sussistendo problematiche di particolare gravità economica, non debbano essere sacrificati, attraverso la chiusura, alle esigenze di riorganizzazione dei SSR, ma che viceversa debbano essere mantenuti e dotati di tutti gli standard di sicurezza necessari, come già previsto per qualunque presidio sanitario di terraferma. Questo per garantire sia il diritto degli isolani a fare nascere i propri figli nelle isole di residenza che l'equità assistenziale per chi abita in territori remoti,disagiati e “caratterizzate da eccezionali difficolta' di accesso ”. Ribadiamo,pertanto, il nostro impegno e disponibilità a lavorare con le Istituzioni, a tutti i livelli, affinchè vengano individuati ed implementati sistemi di servizi che garantiscano ai Cittadini di questi territori la sicurezza e l'appropriatezza di uno specifico percorso nascita che da un lato sia in grado di soddisfare in loco la domanda specifica e dall'altro di attivare percorsi alternativi in rete, nelle situazioni ad elevato rischio e complessità clinica, che tutelino la sicurezza della madre e del nascituro. IL PRESIDENTE ANSPI Dott.Antonino Scirè

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 24/04/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbe interessarti anche...

Filippino


Eolie experience

Vetrina immobiliare

Vendesi casa Indipendente Monte Lipari
Vendesi Appartamento piazza Marina Corta Lipari Vendesi Appartamento piazza Marina Corta Lipari
Euro 500,000.00
Vendesi Appartamento Maddalena Lipari Vendesi Appartamento Maddalena Lipari
Euro 380,000.00
Vendesi antica casa Eoliana a Lipari Monte Vendesi antica casa Eoliana a Lipari Monte
Euro 100,000.00
Casa Padronale S. Salvatore Lipari Casa Padronale S. Salvatore Lipari
Euro 650,000.00

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Spaghetti alla strombolana

Spaghetti alla strombolana

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Instagram #liparibiz