Safim, ecco la verità sul Porto turistico (1)

Safim, ecco la verità sul Porto turistico (1) Dopo la pubblicazione dei comunicati stampa del sindaco di Santa Marina, Massimo Lo Schiavo, e del comitato spontaneo di protesta riceviamo dall'ing. Francesco San Martino, rappresentante legale Safim srl e pubblichiamo: "ADESSO BASTA. ECCO LA VERITA' SUL PORTO TURISTICO DI SANTA MARINA SALINA." Finora abbiamo voluto ignorare le esternazioni, le illazioni e le informazioni deviate divulgate nel territorio ed attraverso i mezzi di informazione da parte del Sindaco Massimo Lo Schiavo, mirate a screditare il nostro lavoro e la nostra Società. ADESSO BASTA !!!!!!!!! In tutti gli anni che ci hanno visto difenderci dagli attacchi dell’ Amministrazione comunale di Santa Marina Salina, iniziati ben prima che alla Safim srl fosse affidata la gestione del Porto Turistico, abbiamo preferito svolgere tutta la nostra attività in un insieme di ingenti opere sistematiche di riqualificazione dell’intera struttura che in pochi anni ha trasformato un luogo di estremo degrado in un porto funzionale, gradito ed apprezzato dai diportisti in numero e target sempre crescente, malgrado le infondate informazioni che diffonde Massimo Lo Schiavo. E’, infatti, incontestabile, sia lo stato di incuria e malfunzionamento in cui da lungo tempo versava la Darsena sia tutto l’enorme lavoro svolto dalla Società che rappresento per la riqualificazione di ogni parte della struttura portuale nonché per gli interventi finalizzati al miglioramento estetico ed all’aumento della fruibilità del Porto. Le ultime esternazioni del Sindaco di Santa Marina Salina, essendo soltanto un insieme di informazioni deviate, mi costringe, mio malgrado, ad entrare nel merito della questione e fare la necessaria chiarezza. La vicenda parte da molto lontano nel tempo ovvero da quando il Comune di Santa Marina Salina chiede, tramite la Capitaneria di Porto di Milazzo, la concessione della Darsena turistica. Il Comandante di Porto pro-tempore, trasmettendo tale richiesta all’ A.R.T.A. con nota del 30/12/2002 appoggia pesantemente tale richiesta ma, nonostante l'opinione espressa e la preferenza data al Comune di S. Marina Salina, l'Ass.to Reg.le TT.AA. - Servizio 5 Demanio Marittimo, con nota prot.n.33735 del 30/05/2003, comunica alla Capitaneria di porto di Milazzo che “vista la richiesta del Comune di S.Marina Salina..., ha deciso che il rilascio della C.D.M. in oggetto dovrà avvenire secondo l'espletamento di gara pubblica (licitazione privata) tra tutti i richiedenti ai sensi dell'art.37 C.N., secondo comma” e, per maggiore completezza e puntualizzazione, segnala che l'Ass.to del Turismo, delle Comunicazione e dei Trasporti, finanziatore dei lavori di costruzione della darsena turistica ,con varie note, “ha espresso l'opinione che l'affidamento in gestione dell'opera in argomento dovrebbe essere affidato a soggetti aventi natura giuridica imprenditoriale, dotato di idonea professionalità, esperienza ed affidabilità economica….” La gara, cui partecipa anche il Comune, sebbene per quanto sopra illecitamente, viene svolta nel gennaio 2004. Da quel momento è stato un incessante rincorrersi di ricorsi, tutti regolarmente perduti da un’amministrazione pubblica che vi ha sperperato molte decine di migliaia di euro, al Tar di Catania e al Cga di Palermo. Fino all’ultimo, recente, pronunciamento del Cga, che ha annullato la gara per la gestione del porto per un vizio di procedura e non per responsabilità della Safim srl, comunque aggiudicatrice per avere presentato l’offerta maggiore (circa € 240.000 l’anno!!!). Ma questo poco importa, dato che la sentenza, comunque contestabile sotto vari punti di vista (e l’ultima parola spetterà al Ricorso per Revocazione attualmente pendente), non affida di certo la gestione della darsena al Comune. Il sindaco Lo Schiavo parla a ragione di “giochi sporchi”, ma certamente non li ha messi in atto la Safim srl !!! Questa, in estrema sintesi, la controversa procedura legale/amministrativa ancora in corso. BASTA con le false informazioni! Il Sindaco ha informato i residenti che la nostra Società, al suo insediamento nell’aprile del 2009, ha comunicato all’amministrazione comunale il sostanziale mantenimento delle agevolazioni precedentemente riservate agli stessi dalla Cooperativa Salina 80? Il Sindaco ha informato i residenti che, oltre alle suddette agevolazioni, la nostra Società ha destinato, per le vere piccole imbarcazioni, la gratuita disponibilità di un tratto della banchina di Riva? Il Sindaco ha informato i cittadini che la banchina di Riva è stata reintegrata nella concessione demaniale rilasciata alla Safim srl? Il Sindaco ha informato i cittadini che, in merito alla gestione della banchina di Riva, l’amministrazione comunale ha avuto annullata l’assegnazione della stessa e che pertanto la gestisce in maniera del tutto illegittima e abusiva? Il Sindaco ha informato i cittadini che agli stessi è richiesto illegittimamente un canone per l’ormeggio alla banchina di Riva riscosso dall’amministrazione comunale? Il Sindaco ha forse informato l’”affamata” comunità locale che la nostra Società ha presentato un progetto di totale riqualificazione e miglioramento delle infrastrutture del porto turistico da eseguirsi con le proprie risorse, pur se con il parziale accesso ai fondi europei? SEGUE

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 08/05/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa indipendente Acquacalda Lipari
Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari
400.000
Vendesi villa antica Lipari Vendesi villa antica Lipari
520.000
Vendesi attico Lipari Vendesi attico Lipari
280.000
Casa semindipendente Santa Margherita Lipari Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
310.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Giggi al vino cotto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz