" Il Grillo" vi dice come ripartire daccapo

" Il Grillo" vi dice come ripartire daccapo "Il Grillo Sparlante" di Daniele Corrieri The Day After. Riepilogo di un risultato negativo e di colpe, ma soprattutto di un fiume di interventi del "Grillo" neiquali si sollecitava a fare diversamente da sempre. Abbiamo appurato che Giappone, India e Russia sono i principali serbatoi di fatturato turistico nazionale, isole comprese. Sarebbe opportuno che gli imprenditori turistici “Eoliani” studiassero una strategia per come entrare in quei mercati e per fare mercato. Aggiungo, in aree siciliane e calabre i vari imprenditori turistici, le nostre isole le usano da traino per vendere i loro soggiorni. Abbiamo certificato che da oltre 10 anni, per non dire 15, le Eolie non solo non fanno promozione, ma che se prima un tozzo di pane lo dividevano in 20, adesso lo dividono in 50. Ci siamo resi conto che senza programmazione della stagione turistica, aver avuto sino a maggio un assessore “zoppo” al turismo, e, un nuovo Assessore al che dopo circa due mesi riscuote “ZERO CONSENSI”, si certifica il fallimento della stagione turistica, con l’aggravante che nell’isola di Lipari le camere in hotel sono vendute come al mercatino delle pulci. Si è constatato che prima, l’Assessore ai Trasporti e successivamente il Sindaco, hanno avuto poco peso alla Regione. Sostanzialmente poche certezze, solo corrispondenza con la scusante di altri di non poter programmare, i pacchetti o i “pacchi”. Abbiamo sperato che arrivasse una tassa di 5 € ma ancora, a metà luglio, stiamo aspettando. Ci hanno raccontato di un futuro migliore in occasione di una tragedia di un noto albergatore che probabilmente poco c'entra con la crisi turistica ma soprattutto si è verificato il fatto di sempre: quando la stampa irrompe nelle Eolie tutti i politici Regionali e Provinciali sono in prima linea, sbarcando da ogni mezzo idoneo. Poi come la nebbia scompaiono insieme alle promesse di sempre. Sostanzialmente si è bruciata una stagione estiva, non abbiamo portato nulla a casa; con certezza, afferamo, che gli isolani quest’inverno avranno più problemi dell’inverno precedente. Che fare? Consorzio turistico! Il Consorzio deve dotarsi di un mezzo marittimo di sua gestione, affidarsi a professionisti della gestione grandi numeri quali Cral e Associazioni. Contattare e investire con i migliori tour operator internazionali, contattare e collaborare con il Comune di Reggio Calabria e l’Aeroporto dello Stretto per fare in modo di programmare charter in arrivo su Reggio Calabria; possibilmente all’interno del Consorzio inserire una Compagnia aerea, l’aeroporto dello stretto, compagnie di navigazione, società di trasporti terrestri, gran turismo e mini bus su Reggio Calabria. Le isole e i suoi hotel di conseguenza devono avere personale qualificato, servizi adeguati per l’accoglienza e l’informazione, Verificare quali hotel e in quali isole possono offrire servizi come nei villaggi turistici; quale competitività di mercato da mettere sul mercato internazionale; iniziare a rendere pulite spiagge, sentieri, strade e stradine sin da marzo. Fatto ciò: Dotarsi di un portale di prenotazioni, eliminare i vari portali on-line dove si paga la commissione o al massimo rinegoziare la commissione a ribasso, caso contrario “ciccia” (vedi hotel Trentino Alto Adice e valle D’Aosta). In breve sembra tanto ma è solo la base per iniziare. Occorre: volonta, collaborazione, umiltà, creatività, scelta dei prodotti e dei servizi di qualità, la politica fuori dal gioco, l’amministrazione che metta a disposizione strutture “gratis” almeno per i primi due anni. Quante imprese servono per riuscire nel "miracolo eoliano": 15/20 hotel di varia categoria, un'agenzia viaggi locale, una decina di ristoranti, una compagnia di navigazione per escursioni nelle isole, una compagnia di trasporti terrestri sull’isola, una su Reggio Calabria, una compagnia aerea, la collaborazione e l’intesa sul progetto con il Comune di Reggio Calabria e L’aeroporto dello Stretto. Serve altro? Aggiungete quello che volete tanto il piatto è talmente povero che serve dalla A alla Z per riuscire a riemergere. Mi raccomando, nè politici nè prime donne! Il successo sta nella cooperazione e non nell’improvisazione. Poi se veramente volete fare Bingo . . . FATEVI L’AEROPORTO A QUATTROPANI e... chissenefrega della Podarcis Raffoneae. D. Corrieri

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 11/07/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi primo piano Portinente Lipari
Vendesi casa Pianoconte Lipari Vendesi casa Pianoconte Lipari
250.000
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Vendesi fabbricato San Calogero Lipari Vendesi fabbricato San Calogero Lipari
155.000
Villetta Tipica S. Margherita Lipari Villetta Tipica S. Margherita Lipari
155.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Bavette al pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz