Pasqua 2011, invasione di tedeschi e francesi

Pasqua 2011, invasione di tedeschi e francesi Lipari- La Pasqua “alta” di quest’anno, favorisce viaggi e gite fuori porta e le Eolie rientrano, come da tradizione, tra le mete meridionali preferite. Aliscafi e navi da ieri viaggiano a pieno carico in particolare verso Lipari, Vulcano, Salina e Stromboli. Presenti tanti stranieri, tedeschi e francesi, su tutti. Si prevede fino a domani una buona affluenza di visitatori; tuttavia non sarà, come sempre, un arcipelago, da tutto esaurito. Fortunatamente. Il movimento, però, è soddisfacente, e non manca nulla per trascorrere il week-end perfetto tra mare, vulcani, natura e cultura. Certo, i costi da sostenere per il trasporto, da Napoli e da Milazzo, non aiutano le famiglie, ma si sa, Pasqua alle Eolie, anche per i pochi giorni a disposizione, non è per la massa ma solo per chi vuole viverle nel profondo della loro essenza, probabilmente, in uno dei periodi più belli dell’anno, tra i profumi della vegetazione e gli accesi colori dei paesaggi. La settimana santa, poi, consente anche di vivere in un’atmosfera particolare i suoi riti religiosi e artistici. Grande successo, a tal proposito, ha ottenuto a Lipari, per il ventunesimo anno consecutivo la rappresentazione della “Via Crucis”, a cura dei Cantori Popolari della Isole Eolie, nel percorso Piazza Mazzini- teatro del castello; grandi emozioni ha riservato ieri sera lungo il corso Vittorio Emanuele la processione del venerdì santo e non mancheranno momenti di autentica commozione domani, alle 12,00, per l’incontro nella piazza di Marina corta tra il Cristo risorto e la Madonna salutati dal volo di decine di colombe. Rilassante e da meditazione con il verde dei suoi vigneti sul mare e con il fascino dei suoi villaggi si presenta Salina. L’isola, nella top ten delle località suggerite da Legambiente, fà della pulizia e del rispetto per la natura il suo punto di forza. Non è un caso, ma pura programmazione, se ad esempio qui la raccolta differenziata funziona. A Santa Marina poi il sindaco Massimo Lo Schiavo sta per lanciare un’altra iniziativa, in considerazione delle richieste ricevute dai turisti: Darà in adozione il verde pubblico comunale di piazze e aiuole per ovviare alle carenze di personale nel suo ente. Da segnalare la pulizia delle spiagge a Panarea a cura dell’associazione “Fare Verde”. Pasqua, ovviamente, rappresenta anche l’inizio della stagione turistica che vede, tra le prime manifestazioni, le presentazioni nelle isole del documentario di Giovanna Taviani , “ Fughe e approdi” con il protagonista Franco “Figliodoro”; a Lipari, dal 29 aprile al 1 maggio “ Lipari Happy Island”, con fitness e spettacoli a Marina Corta; a Santa Marina Salina, arriverà, invece, dal 14 al 21 maggio la IV edizione della “Settimana Velica” con quasi mille persone al seguito di una ottantina di imbarcazioni. Da segnalare, inoltre, dal 14 al 17 maggio il lancio del “messaggio di pace universale dalle Eolie” in più lingue, nell’ambito della manifestazione “ Il mare di mezzo” ideata da Geri Palamara. Da Lipari e Portorosa partirà un convoglio di barche infiorate capitanato dallo storico e cinematografico "Sigismondo". Su tale veliero che transiterà da S. Marina di Salina per convergere al borgo marinaro di Rinella di Leni , domenica 15 alle 11,00, autorità istituzionali, noti artisti europei e rappresentanti delle varie religioni assisteranno tra musiche e perfomances, al lancio del messaggio universale per la pace e l'unione tra i popoli dal mondo cristiano al mondo islamico. Moderatamente soddisfatto della Pasqua di quest’anno e di quel che verrà dopo il presidente della Federalberghi delle Eolie, Christian Del Bono, il quale guarda avanti, quasi navigando a vista e facendo i conti con la realtà. “ La crisi libica – dice – ha frenato quella che si preannunciava come una grande stagione turistica. Sarà comunque una buona estate. Le Eolie- spiega Del Bono- hanno fatto dei progressi ma devono, ancora, promuovere una seria pianificazione integrata per la loro crescita turistica”. I collegamenti intermodali, ad esempio, restano un problema. Qualche settimana fa si è anche verificato che la Provincia ha pianificato gli orari di collegamento da Messina all’aeroporto di Reggio Calabria e viceversa. Ma al Comune di Lipari non ne sapevano nulla.

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 4/23/2011

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rudere panoramico Lipari
Villa sul mare Capistello Lipari Villa sul mare Capistello Lipari
630.000
Casa Indipendente nella pineta Lipari Casa Indipendente nella pineta Lipari
390.000
Rustico Quattropani isola di Lipari Rustico Quattropani isola di Lipari
490.000
Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Agghiotta di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult