Mercato unico e crisi prevedibile (1)

Riceviamo da Francesco Finocchiaro e pubblichiamo: Piccolo spunto di riflessione Consiglierei a questo punto di lasciar perdere per un momento quelli che sono i vostri abituali argomenti di discussione su temi come politica, economia, società. Soprattutto vi consiglierei di dimenticare, per un attimo, tutto ciò che quotidianamente assorbite dai quotidiani, dai mass-media, e, se siete abbastanza giovani, dai vostri docenti a scuola. E riflettete.... Qualcuno, o qualcosa, ci ha piano piano convinti tutti che la forte involuzione economica e sociale che sta investendo il mondo non è un problema ideologico, e che si tratta di una delle tante crisi cicliche che periodicamente hanno investito il sistema, forse la peggiore di sempre, ma pur sempre risolvibile. D'altronde, sinistra e destra non esistono più, ci dicono, e siamo tutti d'accordo su che strada deve prendere il pianeta, o quanto meno su come deve percorrerla. Le ideologie sono finite, morte, distrutte, e ciò che realmente conta è la politica economica, far quadrare i conti, si tratta tutt'al più di stabilire chi tassare più e chi meno. E' divertente osservare che la reazione piú istintiva del singolo sia operare affinchè vengano tassati gli altri, ovviamente, piuttosto che cercare di capire perchè avvengono le tassazioni ingiuste. Assistiamo sempre più spesso ad aree politiche che sembrano quasi un mix dei vecchi blocchi del passato: i comunisti sono diventati liberisti, i cattolici strizzano l'occhio a destra e a sinistra, ( catto-comunisti, ma che significa?), ed in sostanza i programmi di governo si assomigliano tutti abbastanza. Insomma le vecchie ideologie vengono sovente prese in prestito dai nostri spaesati politici per giustificare questo o quell'altro atteggiamento. La differenza, alla fine, è più che altro una questione di soldi. Non mi convince. A me sembra invece che il principale argomento di cui si dovrebbe discutere, ed informare il piú possibile la popolazione, sia assolutamente di natura ideologica, e riguarda l'analisi e la comprensione dei meccanismi che su larga scala stanno generando il nostro futuro, quello dell'umanità. "Di cosa stiamo parlando?" direte voi. Andrò subito al nocciolo. Intanto posso tranquillizzarvi, sinistra e destra non esistono più. Vi sono invece adesso essenzialmente 2 diverse ideologie che lottano per la propria affermazione e, con le dovute differenze, in ogni parte del mondo si consuma la stessa identica lotta. La prima è quella che conosciamo bene, persegue l'ideale del liberismo totale e dell'abbattimento delle frontiere, la libera circolazione del denaro, in pratica quella che sta costruendo il mondo globalizzato come oggi lo conosciamo ( sarebbe meglio dire "come oggi lo possiamo intuire" ), cioè come Mercato Globale, e che punta ovviamente a ciò che rappresenta la naturale evoluzione di questo pensiero: il mondo sotto forma di uno stato unico globale, con un unico governo mondiale. Viene definita ideologia Neo-liberista. Siete stupiti? Non dovreste. Vi sembra che io stia esagerando? Da tempo abbiamo assimilato ed accettato ( o per parafrasare Monti "Metabolizzato" ) questi concetti. In realtà sono convinto che quelli di voi che non ne capiscono un accidenti di economia ( non me ne vogliate ) sicuramente sono in grado di fare sfoggio di importanti teorie se si parla di liberalizzazioni, di privatizzazioni, etc..... Chi , poi, è contro l'Europa? Nessuno, direi; e chi è contro è pazzo oppure è in mala fede. Ormai siamo tutti straconvinti che il liberismo sia l'unico modello disponibile, liberare l'economia dai vincoli di regole troppo rigide e libera circolazione dei capitali. Certo forse distrattamente non l'avete mai vista nei termini di un governo mondiale, d'altronde chissà quando si realizzerebbe, tra cinquanta, forse cento anni, e noi siamo stati abituati a concepire le cose piú vicine a noi. Vi garantisco che la naturale evoluzione del sistema che stiamo tutti tacitamente accettando, e suo implicito obiettivo, è il mondo unito come unico mercato globale. Prima di proseguire illustrandovi il modello alternativo a quello liberista, vorrei soffermarmi un'attimo su quanto appena detto. Avete capito bene cosa state accettando??? Per esemplificare meglio il concetto, e visto che siamo in Italia, vi riporto alcuni passaggi del "Rapporto al Presidente della Commissione Europea", inidrizzato a Josè Manuel Barroso, mittente il nostro Mario Monti nella qualità di Presidente della Bocconi, datato 9 Maggio 2010, e che potete scaricare da questo link: http://ec.europa.eu/bepa/pdf/monti_report_final_10_05_2010_it.pdf Vediamo come si esprime il nostro beniamino: "....Il rapporto propone quindi una nuova strategia per proteggere il mercato unico dai rischi dei nazionalismi economici, per estenderlo ai nuovi settori cruciali per la crescita dell'Europa e per creare attorno ad esso un adeguato livello di consenso. Tale nuova strategia deve avere un perimetro ampio. Molte politiche tradizionalmente ritenute estranee al mercato unico devono essere integrate per perseguire l'obiettivo strategico del mercato unico. Questo approccio globale prevede tre grandi serie di iniziative: 1. le iniziative volte a costruire un mercato unico più forte; 2. le iniziative volte a promuovere il consenso attorno ad un mercato unico più forte e 3. le iniziative volte a garantire che il mercato unico più forte dia i risultati attesi." ".... Se la causa del mercato unico viene sostenuta in un'ottica moderna e non dogmatica, alcuni "critici radicali" potrebbero essere in parteportati a rivedere le proprie posizioni." Proteggere il mercato unico dai nazionalismi economici??? Promuovere il consenso intorno al mercato unico??? segue

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 12/19/2011

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Apt Residence Canneto Mare
Rustico Vitusa Quattropani Lipari Rustico Vitusa Quattropani Lipari
95.000
Appartamento secondo piano Lipari Appartamento secondo piano Lipari
210.000
Casa indipendente Montegallina Lipari Casa indipendente Montegallina Lipari
330.000
Rudere Cugne con progetto Lipari Rudere Cugne con progetto Lipari
320.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Maccheroni al sugo di cernia

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult