Guerra ai procacciatori d'affari al porto

Guerra ai procacciatori d'affari al porto Lipari- Lettera del presidente di Federalberghi Eolie Christian Del Bono al Sindaco,Mariano Bruno, all'assessore ai Trasporti, Corrado Giannò; all'assessore al Turismo, Davide Starvaggi; al Comandante Polizia Municipale, Sig. Stefano Blasco; alla GUARDIA COSTIERA MILAZZO Comandante, C.F. Fabrizio Coke; CIRCOMARE LIPARI, Comandante, T.V. Cosimo Bonaccorso; STAZIONE CARABINIERI LIPARI, Comandante, Francesco Villari; TENENZA DI FINANZA LIPARI, Comandante, Sig. Salvatore Tringali Oggetto: denuncia fenomeno procacciamento illecito di clientela presso imbarcaderi aliscafi e navi. Diamo seguito alle richieste trasmesse a più riprese negli anni passati e alla lettera con la quale Daniele Monteleone, rappresentante della Eolie Taxi - nel richiedere una rimodulazione degli stalli riservati da distribuire sul territorio - ha di fatto denunciato il fenomeno del procacciamento illecito finalizzato all’acquisizione di clientela per la vendita di servizi turistici, al quale assistiamo quotidianamente in alcuni scali delle Eolie (e non solo) ed in particolare presso il porto di Lipari-Sottomonastero. Il visitatore, dopo un viaggio spesso lungo ed estenuante, si vede improvvisamente proporre con insistenza un’ampia gamma di servizi ed in particolare posti letto di dubbia classificazione turistica. Si tratta di un fenomeno da noi più volte evidenziato e denunciato e che ad oggi non ha ancora trovato le giuste soluzioni da parte degli Enti competenti. Continuare ad accettare tali accadimenti significa di fatto far passare tre principali messaggi negativi. Il primo – lanciato ai visitatori - di scarso controllo e scarsa cultura turistica del nostro territorio. Questo non può che sviluppare un’iniziale percezione negativa nella mente del visitatore e quindi andare ad incidere negativamente sulla formazione complessiva dell’immagine della nostra destinazione turistica. Il secondo – che colpisce gli altri operatori turistici – di scarsa attenzione da parte delle istituzioni nei confronti di chi invece lavora nel rispetto della legge. Gli operatori turistici onesti vivono, infatti, il fenomeno con profonda frustrazione e senso di impotenza e di abbandono da parte dei tutori dell’ordine. Il terzo – indirizzato a noi tutti abitanti delle Isole Eolie – di lassismo e scarso rispetto delle regole e della legalità. Elementi, questi, che non possono certo ingenerare comportamenti virtuosi e che rischiano, invece, di stimolarne di negativi, soprattutto nelle fasce più esposte. Chiediamo pertanto, ancora una volta, agli Enti preposti, di adoperarsi, affinché da quest’anno non si debba più assistere all’indecoroso spettacolo, dell’assalto alle passerelle degli aliscafi e agli sbarchi delle navi, che è ormai arrivato a spingersi finanche al porto di Milazzo. Fiduciosi di un concreto riscontro, porgiamo i nostri migliori saluti. Christian Del Bono Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia Presidente Federalberghi Isole Eolie

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 1/30/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rustico panoramico Lipari
Palazzina centro Lipari Palazzina centro Lipari
220.000
Villa sul mare Capistello Lipari Villa sul mare Capistello Lipari
630.000
Apt Residence Canneto Mare Apt Residence Canneto Mare
115.000
Casa Porto delle Genti Lipari Casa Porto delle Genti Lipari
239.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Torta al Cioccolato con Panna Fresca by Marzia Ricca

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult