Milazzo, saltano i campi di volontariato

Milazzo, saltano i campi di volontariato Milazzo-Legambiente del Tirreno, in seguito a numerose rimostranze da parte dei cittadini, ha voluto chiarire le motivazioni dell’impossibilità di collocare sulle spiaggie di ponente a Milazzo, come accaduto negli anni scorsi, le pedane di legno costruite dai volontari. Negli anni passati Legambiente, in collaborazione con il Comune di Milazzo e la dirigenza scolastica- si legge nella nota dell’associazione ambientalista- ha potuto organizzare 18 campi di volontariato nazionale ed internazionale proprio a Milazzo, realizzando un servizio utile mediante l’apprestamento e il posizionamento di pedane per facilitare l’accesso al mare a tutti e soprattutto a coloro che hanno difficoltà fisiche (anziani, malati, disabili). Insieme a questo, la presenza dei volontari ha consentito di riscoprire e rendere agibile una vera e propria rete di sentieri naturalistici al Capo. Quest’anno non ci è stato possibile comunicare in tempo all’organizzazione nazionale dei campi di volontariato il nostro OK.- sottolinea ancora Legambiente del Tirreno- non avendo ricevuto tempestive risposte dall’Assessorato Comunale competente e dalla scuola, per i servizi di accoglienza e la disponibilità del plesso scolastico del Capo, dove ogni anno i volontari hanno lasciato un orto ben curato alla scuola per fini didattici. A causa, dunque, di inspiegabili lungaggini burocratiche, non è stato possibile attivare l’organizzazione che permette a giovani provenienti dall’Europa, dalla Corea, dagli Stati d’Uniti e da altre parti del mondo di predisporre il viaggio e la sua adeguata pubblicità. Nella nota Legambiente fa presente che anche lo scorso anno si è rischiato l’annullamento del Campo, poi scongiurato in extremis, così come tiene a sottolineare che i volontari sono persone che dedicano la loro vacanza a un scopo importante di interesse ambientale, donando un servizio come frutto di un impegno consapevole e disinteressato; senza contare il ritorno di immagine per la vocazione turistica del territorio. Per quest’anno dunque i volontari non saranno nella città del Capo. Tuttavia Legambiente del Tirreno auspica che per il futuro prossimo i Nulla Osta arrivino in tempo, per poter garantire le procedure organizzative e permettere la ripresa di un servizio utile ed esemplare.

, a cura di Tiziana Medda

Data notizia: 7/19/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari
Fabbricato diviso in quattro appartamenti Fabbricato diviso in quattro appartamenti
480.000
Villa indipendente Pianoconte Villa indipendente Pianoconte
350.000
Casa eoliana San Leonardo Lipari Casa eoliana San Leonardo Lipari
450.000
Casa indipendente Quattropani Lipari Casa indipendente Quattropani Lipari
280.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Totani ripieni

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult