Gullo: sulla spiaggia di Rinella solo polverone

Gullo: sulla spiaggia di Rinella solo polverone Riceviamo dal sindaco di Leni, Riccardo Gullo e pubblichiamo: Caro Direttore, leggiamo la nota inviata dal presidente dell’Associazione Noi Rinella e l’invito a far pervenire la nostra replica. Andiamo subito a quanto contenuto nella nota. Le prime preoccupazioni che emergono riguardano i tempi di realizzazione dell’opera “ma soprattutto sulle modalità di realizzazione”. Non riteniamo sia comprensibile né la prima né la seconda preoccupazione! I lavori sono stati consegnati il 28.09.2012, a conclusione della stagione turistica, i tempi di realizzazione sono quelli contrattuali, che la ditta appaltatrice sta osservando scrupolosamente e le modalità sono quelle previste dal progetto, senza che ad oggi vi sia stata apportata alcuna modifica. Il firmatario della nota aggiunge “Vorrei saperne di più perché la mia sensazione a pelle è che così come vanno avanti, questi lavori porteranno alla scomparsa della più bella e unica vera spiaggia dell’isola di Salina. Ho provato a capirne di più leggendo gli atti presenti sul sito del Comune di Leni.”, e su questo vorremmo precisare che qui non si tratta di questione di pelle, ma di un’opera marittima, il cui progetto è stato redatto da un professionista affermato e di esperienza e i lavori sono diretti dallo stesso professionista con la collaborazione e il supporto di altri professionisti per ciò che concerne l’assistenza geologica e sedimentologica ed il monitoraggio topo-batimetrico. Aggiungiamo che l’affermazione riguardante la scomparsa della spiaggia di Rinella è in stridente contrasto con quanto affermato nel periodo successivo della nota, quando si afferma e riconosce che la spiaggia è scomparsa a causa del prolungamento del molo, lavori che sono stati realizzati alcuni decenni addietro. Questo è il punto. La spiaggia di Rinella e il retrostante costone roccioso hanno subito una rovinosa erosione negli ultimi decenni senza che si sia mosso un dito per porvi rimedio. Credo che più di altri i componenti tutti di questa Amministrazione abbiano cercato in questi ultimi anni di “essere lenesi” e soprattutto di difendere uno degli elementi più configuranti e connotanti di questo Comune e dell’intera isola di Salina, quale la baia di Rinella e le sue grotte, prima realizzando i lavori per il consolidamento di queste – il finanziamento era stato ottenuto dall’Amministrazione precedente, ma tutto si era fermato! -, poi completando l’iter progettuale e procurando il finanziamento dei lavori di ripascimento, e, ancora, conferendo l’incarico per la redazione di un Piano Regolatore Portuale, che dovrà affrontare tutte le problematiche relative alla baia e alla portualità. Per quanto altro contenuto nella nota, precisiamo che sotto la sabbia non “c’è una scogliera radente”, che nessuno ha deciso nulla da solo e se qualche decisionista solitario vi è mai stato non ne conosciamo l’identità, in quanto il progetto definitivo questa Amministrazione l’ha trovato già redatto. Il nostro impegno è stato quello di portare a compimento l’iter di approvazione del progetto, come abbiamo già detto, e procurare il relativo finanziamento. Il progetto – depositato presso il Settore Tecnico del Comune - è munito di tutti i pareri ed è completo di esaustiva relazione – sul sito sono stati pubblicati soltanto gli elaborati necessari per consentire, in occasione della gara d’appalto, alle imprese interessate di poter formulare la propria offerta economica -, così come, per maggior trasparenza, sono stati pubblicati sempre sul sito del Comune i Decreti che riguardano l’opera. Per completare la nostra replica al sig. Divola – ex Assessore del Comune di Leni con l’Amministrazione Lo Po e mancato assessore alle ultime elezioni comunali, in quanto la sua lista, composta totalmente da personaggi esterni, si è classificata l’ultima delle tre in competizione - non possiamo non ricordare al firmatario, a supporto delle proprie toccanti affermazioni e proclami, che la spiaggia di Rinella “il nostro cuore” se non proprio “strappata dal nostro corpo”, questa Amministrazione l’ha trovata da alcuni anni interdetta alla funzione pubblica e che dal suo insediamento ha fatto di tutto per restituirla alla cittadinanza e ai turisti. Sperando di aver chiarito tutte le preoccupazioni esternate, non possiamo non auspicare, caro Direttore, che, chi vuol saperne di più e non ha secondi fini, può rivolgersi ai competenti uffici comunali e non sollevare inutili polveroni! Cogliamo l’occasione, infine, per ringraziare il sig. Francesco Valastro, Presidente della “Associazione per il ripascimento della Spiaggia di Portinenti” per il suo intervento saggio e costruttivo e congratularci con la Sua Associazione che mira, diversamente da altri, a proporre il ripristino e la salvaguardia di un pezzo delle nostre Eolie. Con i migliori saluti. Riccardo Gullo Sindaco di Leni

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 4/2/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
Villa indipendente Pianoconte Villa indipendente Pianoconte
350.000
Casa tipica e rudere con terreno Casa tipica e rudere con terreno
199.000
Fabbricato diviso in quattro appartamenti Fabbricato diviso in quattro appartamenti
480.000
Rudere Tivoli Quattropani Lipari Rudere Tivoli Quattropani Lipari
68.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Pasticciotti alla Compòsta di more by Isabella Libro

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult