Contestata la composizione della Giunta

Lipari- Gli otto consiglieri comunali di opposizione non ce la fanno proprio ad accettare le "acrobatiche" manovre dei primi di Giugno sulla composizione dell'attuale giunta comunale da parte del sindaco Mariano Bruno. " Se non altro- sostengono- per il rispetto della volontà democraticamente espressa dal corpo elettorale". E ad un mese e mezzo dall'ufficializzazione dei componenti dell'esecutivo, cambiato per sei settimi dal riconfermato primo cittadino, rispetto a quello presentato in sede di ballottaggio, le forze di minoranza chiedono al servizio di Vigilanza e controllo dell'Assessorato Regionale agli Enti Locali di avviare una indagine di verifica sulle procedure poste in essere dal sindaco Bruno. " In fase di ballottaggio- hanno scritto i consiglieri Lauria, D'Alia, Paino, Famularo, Sabatini, Biviano, Centorrino e Lo Cascio- il sindaco Bruno in ossequio al dettato normativo ha indicato la squadra composta da Sparacino, Sauerborn, Materia, Famà, Giunta, Porto e Monteleone. A distanza di quasi un mese dalle elezioni , in Consiglio viene presentata una ulteriore squadra assessoriale: Famà, D'Auria, Biancheri, China, Maggiore, Giannò e Ferlazzo. Attraverso la lettura della determina di nomina- si legge nel documento della minoranza- abbiamo potuto verificare che un solo assessore designato aveva rassegnato le dimissioni il 12 giugno 2007 mentre tutti gli altri lo hanno fatto contemporaneamente il 14 giugno 2007 con protocolli in serie, in altre parole uno dietro l'altro. Il Sindaco con largo anticipo aveva nominato gli assessori in consiglio consapevole che le lettere di dimissioni erano pronte. E' credibile - chiedono i consiglieri al servizio di Vigilanza degli Enti locali- che ben sei persone si siano trovate contemporaneamente nelle medesime esigenze di carattere personale? E che dire del contestuale annuncio delle dimissioni dell'arch. Sauerborn e della sua futura nomina di esperto per le certificazione ambientale secondo il regolamento comunitario Emas? Se l'elettore era posto nella condizione di conoscere i nominativi scelti dopo le votazioni dal Sindaco, si sarebbe espresso con la stessa volontà di voto?". Gli otto dell'opposizione hanno quindi fatto rilevare che concluse le elezioni e valutati i pesi elettorali il Sindaco " non poteva e non doveva applicare la norma prevista dalla legge regionale sulla nomina della Giunta".

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 7/31/2007

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Appartamento secondo piano Lipari
Casa Il Baglio Lipari Casa Il Baglio Lipari
450.000
Rudere Tivoli Quattropani Lipari Rudere Tivoli Quattropani Lipari
68.000
Vendesi casa Corso Lipari Vendesi casa Corso Lipari
250.000
Vendesi villa antica Lipari Vendesi villa antica Lipari
520.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Scorfano in Guazzètto (al forno) by Marco Miuccio

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult