Ancora proteste per il traghetto veloce

Sono scesi dal traghetto alle 21.07 dopo un’attesa nel bacino portuale di Napoli di oltre un’ora, per aspettare che si liberasse l’ormeggio e dopo oltre 13 ore di navigazione. I passeggeri imbarcatisi tra Milazzo e le Eolie, sulla nave “Isola di Stromboli” hanno vivacemente protestato per un viaggio davvero tropo lungo e scomodo. La nave infatti,è entrata in linea in sostituzione della tradizionale “Laurana”, ai cantieri per le annuali revisioni, ma di veloce non ha assolutamente nulla. Lo dimostra l’orario di arrivo a Napoli, ovvero dopo ben 13 ore dall’imbarco a Milazzo e dopo poco meno di 12 ore da quello effettuato a Lipari. Oltretutto il viaggio in un mezzo senza cabine, e dotato solo di poltrone, neppure reclinabili è stato davvero scomodo. Una traversata nella quale si perde un’intera giornata, perchè si parte alle 8.00 del mattino e si giugne a destinazione solo in tarda serata. Ma le proteste non si fermano certo al solo utilizzo della nave “Isola di Stromboli”. Mentre , infatti, sono rientrate, quelle inerenti l’aumento dei prezzi per il viaggio, solo perché le agenzie hanno , successivamente, rimborsato i soldi, equiparando i prezzi a quelli applicati sulla nave tradizionale, non si spengono, invece, le polemiche per la decisione di annullare gli scali di Ginostra e Filicudi. Ma immediata è stata la reazione del sindaco di Lipari, Mariano Bruno, che ha inviato una nota al Ministro dei Trasporti, all’assessore regionale ai Trasporti ed alle società Siremar e Tirrenia. “Protestiamo vibratamente per il servizio di linea C 1 Milazzo Isole Eolie-Napoli e viceversa - ha evidenziato il primo cittadino - che vede impegnato sulla linea la nave Isola di Stromboli con itinerari orari che di fatto sopprimono gli scali di Ginostra e Filicudi ed evitano la coincidenza con l’isola di Alicudi, così come avveniva in precedenza. Tale servizio – ha proseguito - mortifica la popolazione eoliana e la clientela turistica che si vede privata di collegamenti essenziali per lo sviluppo socio-economico di queste isole. Voglia il signor Ministro prontamente intervenire - ha dunque concluso il sindaco- al fine di ripristinare l’essenziale servizio in considerazione delle somme che, comunque, lo Stato investe per assicurare a tutti i cittadini, dimoranti anche nelle predette località, il sacrosanto diritto alla mobilità.

, a cura di Tiziana Medda

Data notizia: 1/5/2007

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari
Casa indipendente Quattropani Lipari Casa indipendente Quattropani Lipari
285.000
Casa indipendente Pianoconte Casa indipendente Pianoconte
840.000
Immobile vista mare Canneto Immobile vista mare Canneto
530.000
Casa mare x BB Lipari Casa mare x BB Lipari
230.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Scorfano in Guazzètto (al forno) by Marco Miuccio

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult