Il tesoro dei Santi di Stromboli 2° parte

Il tesoro dei Santi di Stromboli		2° parte

All’epoca i preziosi erano stati raccolti in contenitori  eterogenei definiti dall’attribuzione dell’oggetto all’entità di culto prescelta dal donatore, rendendone precaria la custodia, sommario l’inventario, impraticabile l’esposizione  e la valorizzazione culturale pubblica. Le donazioni sono in prevalenza anonime, rari i riferimenti alle motivazioni a offrire gli ex voto.
Diverse le attività nelle quali i volontari sono impiegati: si inizia dall’attribuzione di un codice alfanumerico univoco correlato a due scatti fotografici (di cui uno tecnico con etichetta e unità di misura).

Successivamente si passa alla cartellinatura e stoccaggio in contenitori multipli. Necessaria l’elaborazione, la calibrazione e l’ordinamento delle immagini acquisite, il tutto per elaborare un catalogo generale e una banca dati digitale accessibile in rete.

Numerosi sono i partners istituzionali: come la parrocchia – Giuseppe Di Mauro, la Stazione dei Carabinieri – Salvino Antioco.
Lo sponsor, che ha aiutato l’associazione per l’acquisto delle attrezzature, materiali e software, è Michele Giovannetti di Aroph Spagiria



Data notizia: 06/12/2016

Tags

tesoro - santi - stromboli - attiva stromboli -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa indipendente Portinente Lipari
Palazzina centro Lipari Palazzina centro Lipari
220.000
Rudere sul mare con progetto Rudere sul mare con progetto
300.000
Casetta panoramica Monte Rosa Lipari Casetta panoramica Monte Rosa Lipari
110.000
Casa indipendente Portinente Lipari Casa indipendente Portinente Lipari
530.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Dùrci i casa by Tiziana Basile

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult