A Malfa uno dei primi musei scolastici

A Malfa uno dei primi musei scolastici Michele Merenda SALINA – In un momento in cui la tecnologia forma parte integrante delle scuole, l’Istituto comprensivo “Isole Salina”, che negli ultimi anni si è distinto proprio grazie all’uso innovativo ed avanguardistico di nuovi strumenti per l’insegnamento a distanza, venerdì scorso ha inaugurato nei locali della scuola media di Malfa il proprio museo scolastico, uno dei primi in Sicilia. Il progetto, che ha goduto di un contributo dell’Assessorato ai Beni Culturali della Regione Siciliana, ha voluto mettere in risalto la grande componente umana che sta alla base dell’istruzione scolastica «L’idea di questo museo – ha spiegato Mirella Fanti, dirigente scolastico – è nata dal rinvenimento nelle nostre scuole di una serie di oggetti, arredi e materiali didattici ormai scomparsi dai moderni edifici scolastici. Nelle nostre vecchie scuole il banchetto di legno con il piano inclinato e il coperchio che nascondeva libri, quaderni e quant’altro, non ci riporta solo l’odore di un tempo che fu, ma anche la nostalgia di una scuola più umana. Penso al maestro e alla maestra che con pazienza e tenacia insegnavano a leggere e scrivere a tutti gli alunni, raccontando storie e leggende con il solo ausilio di una voce calda e di una lavagna di ardesia. Ora che forse il computer portatile prenderà il posto di quaderno e penna – ha continuato la dirigente – o che internet sostituirà libri ed enciclopedie, con questo museo vogliamo rendere omaggio alla nostra memoria e alla nostra storia, anche perché il tempo sta andando così veloce che senza accorgercene ci ritroviamo già nel futuro». Un particolare ringraziamento è andato agli ex docenti Pippo Leonardi, esperto di storia e tradizioni eoliane, e Gerardo Rizzo, storico messinese e conoscitore delle tradizioni siciliane, i quali hanno curato questa raccolta ed evidenziato che la voglia di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per perseguire un obiettivo è rimasta immutata nel tempo. Presenti i sindaci di Malfa e Leni (Salvatore Longhitano e Riccardo Gullo), che hanno spiegato ai numerosi visitatori di come sia importante per un popolo portare avanti la cultura delle tradizioni e di come determinati oggetti esprimano, con la propria presenza, un valore incommensurabile. Gli organizzatori hanno chiesto di partecipare attivamente alla crescita dell’iniziativa, donando o prestando reperti che facciano parte di questo nuovo grande mosaico. Venerdì stesso, sono arrivate le prime donazioni. (nella foto di Antonio Brundu: alcuni oggetti del museo)

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 8/21/2010

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Ruderi e terreni sul mare Lipari
Casa eoliana tipica Lipari Casa eoliana tipica Lipari
229.000
Villa indipendente Pianoconte Villa indipendente Pianoconte
350.000
Vendesi casa da ristrutturare Acquacalda Lipari Vendesi casa da ristrutturare Acquacalda Lipari
Trat. riserv.
Rudere Cugne con progetto Lipari Rudere Cugne con progetto Lipari
320.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Torta al Cioccolato con Panna Fresca by Marzia Ricca

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult