"Il Grillo sparlante" sui rifiuti dell'alluvione

"Il Grillo sparlante" sui rifiuti dell'alluvione "Il Grillo sparlante" di Daniele Corrieri Cos’è il “Grillo Sparlante”? Una rubrica di attualità locale, che offre una critica costruttiva, qualche volta ironica, altre diretta, certe volte discutibile per la sua irruenza. Sostanzialmente racconta fatti e li interpreta senza dare giudizi ma dando opinioni che rimangono mie personali con l’augurio che qualche volta un tema trattato faccia opinione e che lo stesso abbia riscontri positivi. Chissà cosa ne pensa il Direttore ))))!!!? Oggi sono in forma! I temi: dubbi, discariche, tiratine di orecchie, investimenti non programmati allo sviluppo, riunioni che saltano come i canguri anche se.... Ho sentito un amministratore e qualche consigliere; ci domandavamo come ci possono essere 30 milioni di danni ? In più sembrerebbe che tutte le grosse ditte eoliane sono impegnate chi per una cosa chi per un’altra a mettere in ordine l’isola, proprio tutte no, ne è rimasta qualcuna fuori, chissà perché. Vuol dire che la “casella” e la “fonte” di posta era intasata e il postino non ha potuto mettere la richiesta fatta dal Comune. Si stima che i primi interventi oscillano tra i 400/500 mila euro, poi come si arriverà a 30 milioni lo scopriremo. Baggianate detto alla milanese perché dirlo all’eoliana sarebbe poco elegante.!!! Da mie informazioni personali e ovviamente attendo notizie e smentite, i danni abbondando, non supererebbero il milione di euro; poi se vogliamo considerare la messa in sicurezza di consolidamento tra Annunziata, Canneto e torrenti vari si può stimare una spesa aggiuntiva di 1-2 milioni di € ma che comunque a prescindere dal nubifragio andavano fatte. E anche qui ho abbondato. Per onore di cronaca e per correttezza d’informazione il Sindaco Marco Giorgianni non si è mai pronunciato su una stima di danni, ritengo e immagino che lo stesso attraverso i suoi collaboratori stia raccogliendo i vari dati per poi darne comunicazione . Molti eoliani ambientalisti si chiedono come viene trattato lo smaltimento dei rifiuti della pulizia che si sta effettuando nelle aree colpite dal nubifragio, se viene eseguita la procedura con relativa normativa del testo unico ambiente e chi è che sta controllando lo smaltimento. Mi auguro che il mio amico Pino La Greca chieda lumi o ci ullustri il percorso, lo smaltimento e il deposito di questi rifiuti e macerie fatte dall’alluvione con una bella relazione inviata ai media locali; gli raccomando di non richiedere a mezzo stampa queste informazioni, tanto non rispondono, ma di informarsi e verificare nelle sedi opportune e che lo stesso informi le genti di Lipari su quali procedure siano state seguite. Mi viene spontaneo fare una tiratina di orecchie ai politici di Canneto, agli ex politici di Canneto, agli ex sindaci di Canneto, agli ex amministratori di Canneto: capisco che quando fate politica o vi trovate in quel posto blaterare viene spontaneo, ma quando non si è presenti non bisogna aspettare che la pera caschi dall’albero, anche perché sia voi che tutti i paesani di Canneto sono consapevoli che alla prima mareggiata vi tocca spalare, alla prima mareggiata avete i problemi di sempre ma soprattutto che leggeremo le cose di sempre. Quindi, a prescindere dagli amministratori, dal loro fare e progettare, fate anche voi la vostra parte, scrivete, incontrateli, proponete, non fatelo in prossimità di elezioni, fatelo sempre! Evitiamo che alla prossima mareggiata Canneto e i suoi abitanti abbiano problemi! La stessa cosa vale per gli amici e politici che raccolgono voti in quel di Marina Lunga e Marina Corta, anche Voi agite, perché Marina Corta e Marina Lunga non sono il Tevere, tantomeno non sono i canali di Venezia! In breve, politici e trombati, fate qualcosa; la lezione e i fatti devono avervi fatto maturare. Quale miglior occasione di oggi!!! Nel caso tacete, non parlate più, occupatevi della famiglia e non del popolo . Quando NON si è in quel di Piazza Mazzini bisogna fare politica e proposte, per amore del popolo, e non porsi solo in fase elettorale o, peggio, se si è perso seminare zizzania. Cambiamo argomento anche se tutto al momento è un pantano, ieri l’amico e Albergatore Davide Cotroneo (ricordo che la famiglia Cotroneo non è l'ultima arrivata) scriveva che metà delle strutture alberghiere sono in mano alle banche; aggiungo, probabilmente, oltre la metà di imprenditori eoliani sono indebitati con le banche. Ma per caso serve un “Consorzio”? Sempre ieri accennai alla cementificazione e realizzazione di nuove strutture alberghiere fatte da una iniziativa lodevole del ex Sindaco Michele Giacomantonio; purtroppo se costruisci una macchina e non metti il motore ti rimane la carrozzeria. Il progettare per realizzare posti letto richiedeva e richiede pianificazione, purtroppo nè allora nè nei successivi 10 anni è stata, se non in parte. Occasione persa o incapacità? Io oso dire senza che nessuno si offenda, dilettanti allo sbaraglio sia in fase politica sia in fase imprenditoriale, perché nel fare non hanno voluto programmare, sia i politici sia gli imprenditori, ricordando che da soli non si va da nessuna parte. Mi giungono notizie poco confortanti. Con molte probabilità la riunione imprenditoriale e in qualche modo anche politica “ Tras-Portando & Turismo” verrà destinata a dopo le elezioni Regionali; ricordo che è stata rinviata lo scorso 15 settembre a causa dell’alluvione. Probabilmente la scelta fatta è per non considerare questa riunione un’opportunità elettorale ma un qualcosa che possa riunire intenti di sviluppo e migliorare i trasporti. Purtroppo se fatta a novembre saremmo oltre i limiti per quello che concerne la programmazione di pacchetti turistici a tema da proporre ai vari tour operator, come del resto sarebbe opportuno, che prima della prossima riunione a prescindere dalla data , gli organizzatori lavorassero al buio con i vari interlocutori per far si che a novembre anziché discutere, si proceda alla programmazione. Spero che oggi non vi abbia stancato, purtroppo gli argomenti non mancano e a me piace parlarne e non sparlarne!

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 9/18/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa Cappero Lipari
Villa sul mare Capistello Lipari Villa sul mare Capistello Lipari
630.000
Casa tipica eoliana Montegallina Lipari Casa tipica eoliana Montegallina Lipari
320.000
Rustico Quattropani isola di Lipari Rustico Quattropani isola di Lipari
490.000
Casa indipendente Portinente Lipari Casa indipendente Portinente Lipari
590.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Caponata di melanzane

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult