La cucina eoliana

La cucina eoliana


La parola “festa” è molto spesso sinonimo di pranzi e cene succulente, di sfiziose r1ùffdfsicette tipiche del proprio territorio di origine. Spostandoci nella zona delle Eolie, quali sono i piatti caratteristici? Dalle poche notizie che ci danno gli scrittori antichi, la parte predominante in età greca e romana doveva essere costituita dal pesce: Diodoro Siculo (V 10, 1-3) affermava espressamente che il mare di Lipari "forniva ai suoi abitanti pesci di ogni tipo in gran quantità", vantando anche la fertilità dell'isola di Lipari "ricca di quei frutti che offrono straordinario piacere a chi ne gode". Ancora oggi, come ci si può immaginare, alla base della cucina delle isole Eolie vi sono ottimi piatti di pesce sempre fresco e di eccellente qualità, visto l’alto grado di salinità dei  mari.
Famosi sono anche i capperi, ai quali i Greci attribuivano virtù medicinali, oltre all'uso frequente delle erbe aromatiche che donano fragranze inebrianti in ogni piatto: rosmarino, basilico, aglio, menta, nepitella, olive e pomodorini. Tra le specialità possiamo ricordare tra gli altri gli spaghetti alla strombolana con i capperi, la pasta con i ricci di mare, la zuppa di scorfani, gli involtini di pesce spada, fette di pesce spada tagliate finemente e riempite con un impasto di pan grattato, formaggio prezzemolo ed aglio, cotti alla griglia e serviti come spiedini. I secondi sono spesso accompagnati dall’insalatina alla liparota con pomodorini freschi, capperi, origano e mozzarella o dalla caponata eoliana   con melanzane, sedano, olive verdi, passata di pomodoro e ovviamente gli immancabili capperi.

Per quanto riguarda i dolci, tipiche sono le vastiduzze, dolcetti realizzati con uva passa e mandorle, e i spicchiteddi a base di vino cotto, chiodi di garofano e cannella. Per finire in bellezza non si può non sorseggiare la famosa Malvasia: si tratta di un vino bianco dai colori ambrati  adatto per accompagnare della frutta fresca o dei dessert prodotto alle isole Eolie, le cui viti vengono coltivate sul tipico terreno a terrazza; vi è anche la versione della Malvasia delle Isole Lipari Passito (o Dolce Naturale), ottenuto dalle stesse uve della Malvasia, in cui  però gli acini vengono fatti essiccare parzialmente sulla pianta. Buon appetito!


di Alessandra Leone
 



Data notizia: 05/01/2015

Tags

cucina eoliana - tradizioni - pesce - -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa annunziata Lipari
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Casa tipica eoliana Montegallina Lipari Casa tipica eoliana Montegallina Lipari
290.000
Casetta su due livelli Casetta su due livelli
200.000
Vendesi villa annunziata Lipari Vendesi villa annunziata Lipari
730.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Gnocchi rucola e cozze by Gianfranco Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz