Archeologia subacquea a Panarea: rischio furti

Archeologia subacquea a Panarea: rischio furti

Com’è noto, a Panarea nel 2010 sono stati localizzati quattro relitti romani del I e II sec. con centinaia di bellissime anfore intatte. Si trovano tra gli 80 e i 170 metri sul versante che guarda gli scogli di Basiluzzo e Lisca Bianca, gli archeologi siciliani della Soprintendenza del mare hanno localizzato e fotografato le navi commerciali romane di medie dimensioni, adibite al trasporto di grano, vino e garum (una salsa di pesce molto apprezzata all’epoca) che, troppo cariche, verosimilmente imbarcando acqua fecero naufragio.

Anche per questo il mare attorno alla più piccola delle isole Eolie che in estate attira vip e personaggi dello spettacolo, è sempre più meta degli archeologi marini e subacquei di alto fondale.

Adesso, però, si alza forte il rischio furto di anfora anche a 100 metri di profondità: ne dà l’allarme il Corriere della Sera con un articolo di Maria Laura Crescimanno. Ed è per questo motivo che è stato fissato il divieto di immersione, pesca e ancoraggio.
Nelle prossime settimane gli archeologi della Regione torneranno a studiare i relitti, anche grazie alle sofisticate tecniche di rebreather, e inizieranno così a progettare una strategia di controllo con le telecamere di profondità.



Data notizia: 29/06/2016

Tags

archeologia - subacquea - anfore - relitti - furto -



Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi casa Pianoconte Lipari
Primo piano casa vico Bezzecca Lipari Primo piano casa vico Bezzecca Lipari
190.000
Villa Quattrocchi Lipari Villa Quattrocchi Lipari
420.000
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Palazzina centro Lipari Palazzina centro Lipari
220.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Tozzètti by Giovanna V. Catalàno

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult