Rifiuti delle Eolie a Milazzo, intesa provvisoria

Lipari- Tanto rumore per nulla. Almeno a Milazzo. Perchè al momento, fino a prova contraria, non ci sono altre soluzioni. La nave che trasporta i rifiuti delle Eolie potrà attraccare nel molo XX luglio della città mamertina intorno alle 10,00 e comunque dopo la partenza della nave veloce "Isola di Stromboli" per scaricare i cassoni carichi di rifiuti non speciali. Gli scarrabili subito dopo saranno trasferiti in un'area sterrata , quanto decentrata, poco distante dal porto e vicina alla stazione di bunkeraggio degli aliscafi. Da li , l'andirivieni dei camion che trasporteranno i rifiuti alla discarica di Mazzarrà Sant'Andrea e che riporteranno i cassoni vuoti da caricare sulla nave in partenza per l'arcipelago. Questo quanto stabilito ieri, in via temporanea, di fronte al prefetto Francesco Alecci, tra i sindaci di Milazzo e delle Eolie alla presenza tra gli altri dell'amministratore delegato dell'Ato eoliana, Mimmo Fonti e del comandante della Capitaneria di porto Riccardo Giannetto oltre che di rappresentanti dell'autorità portuale. I sindaci sono stati invitati e risolvere definitivamente la questione entro l'anno. Chi per un verso, chi per un altro. Se il primo cittadino di Milazzo, Italiano, dovrà reperire un'area fuori dalla zona urbana di Milazzo per il deposito momentaneo degli scarrabili, i sindaci delle Eolie, Mariano Bruno in testa, dovranno chiedere alla regione la concessione di un finanziamento per l'introduzione di un'altra nave per il trasporto dei rifiuti. Con una seconda unità navale, infatti, i rifiuti potrebbero essere trasferiti alla discarica prima dell'alba. Molto dipenderà dalla nascita dell'Ato unica per le isole minori. Sempre in Prefettura, ieri si è anche discusso di ordine pubblico. Questione delicata dopo i tanti avvenimenti dell'estate. Dalla rapina all'Antonveneta di Lipari al crescente numero di furti (anche invernali); dall'aumento di episodi di microcriminalità al traffico di sostanze stupefacenti. Ma quali isole felici. Il tempo delle chiavi lasciate ai portoni delle abitazioni o delle automobili senza antifurto, alle Eolie è finito da tempo. I cittadini chiedono tutela e rispetto delle legalità. Il sindaco Mariano Bruno ha annunciato ieri al Prefetto e ai rappresentanti delle forze dell'ordine che intende fare il possibile per realizzare a Lipari la Tenenza dei Carabinieri. L'edificio da destinare ai militari dell'arma c'è già, anche se da rifinire o da ristrutturare: si tratta del manufatto situato di fronte al megaparcheggio, "liberato" negli ultimi mesi dall'abbandono in cui versava da anni. Quell'immobile, dotato anche di ampio piazzale sarebbe ideale. Del resto basta solo cambiare la destinazione d'uso perchè era stata prevista anni fà, con tanto di finanziamenti pubblici, una scuola materna ma anche e soprattuto trovare i soldi per metterlo a posto e adeguarlo alle nuove esigenze. Ai fini urbanistici, poi, non ci sono problemi. Nel Prg è già stato destinato alla Benemerita.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 8/30/2007

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Primo piano casa vico Bezzecca Lipari
Vendesi villa antica Lipari Vendesi villa antica Lipari
520.000
Vendesi hotel Panarea Vendesi hotel Panarea
3.600.000
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Fabbricato panoramico Lipari Fabbricato panoramico Lipari
120.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Spaghetti alla strombolana

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult