Eoliani disagiati nel porto di Milazzo

Eoliani disagiati nel porto di Milazzo Disciplina degli accessi nel porto di Milazzo. Interrogazione al Sindaco di Lipari del gruppo consiliare " Il Faro". Questo il testo: "Con Ordinanza n. 20/2007, congiuntamente sottoscritta dalla Capitaneria di Porto di Milazzo e dall’Autorità Portuale di Messina è stata aggiornata ed integrata la normativa regolante l’accesso, la circolazione e la sosta dei pedoni e dei veicoli in genere nell’ambito del porto di Milazzo. Tali disposizioni, seppur necessarie ai fini di un efficace organizzazione e di un razionale coordinamento delle numerose attività che si svolgono nell’ambito portuale di Milazzo, rendono tuttavia un pessimo servizio all’utenza che necessita e/o desidera imbarcare il veicolo al proprio seguito, diretta alle Isole Eolie. Non sono in alcun modo garantiti gli standard minimi di qualità, efficienza ed organizzazione che un porto così importante e trafficato meriterebbe, in linea con i moderni target turistici sempre più elevati. Gravissime le ripercussioni e il danno d’immagine per tutte le comunità isolane, che fondano sul turismo la parte più cospicua delle loro economie, e che per esigenze di natura logistica, strettamente attinenti la morfologia e le peculiarità insulari proprie del territorio, necessitano di una mobilità che non può prescindere dal trasporto marittimo e dalla fruizione di adeguati servizi portuali a supporto. L’art. 6 comma 7 dell’ Ordinanza n.20/07, precedentemente citata, impone a tutti i veicoli destinati all’imbarco per le Isole Eolie, di accedere al porto, “previa esibizione del biglietto d’imbarco, comunque con un ora d’anticipo rispetto all’orario previsto di partenza”. Pertanto l’utente che, seguendo la rinnovata segnaletica, si recasse al varco predisposto per l’imbarco dei veicoli, sprovvisto della carta d’imbarco, sarebbe costretto a reimmettersi con la propria vettura (sia essa anche un tir, un autobus o un mezzo di grandi dimensioni) nel traffico urbano del capoluogo mamertino per recarsi alle biglietterie Siremar e NGI ubicate in Via dei Mille. La recente organizzazione viaria del Comune di Milazzo, tuttavia, non consente ai veicoli di alcun tipo la sosta, né la fermata in prossimità di tali agenzie marittime, pertanto gli utenti che necessitano del titolo d’imbarco per il proprio automezzo, si trovano costretti a girovagare per le strade adiacenti al porto, alla ricerca disperata di un improbabile parcheggio, producendo di fatto un incremento esponenziale in dette aree del già caotico traffico urbano. E qualora l’utente trovasse un’area utile per la sosta nelle vie limitrofe al porto e riuscisse ad acquistare il titolo d’imbarco in tempo utile per la partenza, dovrebbe tuttavia “tuffarsi” nuovamente nel traffico urbano per recarsi, dopo un giro lungo ed estenuante, al varco previsto per l’imbarco degli automezzi e comunque con un ora d’anticipo rispetto all’orario previsto di partenza, ai sensi dell’Ordinanza n. 20/07. Assistiamo ad una vera e propria odissea per il malcapitato cittadino che necessita o sceglie di imbarcare il proprio veicolo con destinazione Isole Eolie! Siamo certamente lontani da standard qualitativi minimamente accettabili per il turismo di transito diretto alle Eolie, ma anche per quanti, eoliani e non, necessitano per motivi di lavoro, salute o anche semplicemente svago, di un servizio d’imbarco che non dilazioni ulteriormente i tempi di attesa, già troppo lunghi, propedeutici all’imbarco. Un’altra incongruenza dell’Ordinanza 20/07 è rilevabile all’art. 10, ai sensi del quale “gli automezzi destinati all’imbarco dovranno accedere in ambito portuale al massimo con un’ora di anticipo rispetto all’orario di prevista partenza della nave”.Pertanto se da un lato si dispone che i veicoli non possono presentarsi all’imbarco con più di un ora di anticipo rispetto all’orario previsto, nel già citato art. 6 si impone invece di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, come a dire che è negato l’accesso al porto a quanti si presentassero, muniti di biglietto, anche 50 minuti prima dell’imbarco. Assolutamente inaccettabile!!!! Per ovviare al disservizio creato e risolvere la problematica i Consiglieri scriventi ritengono necessaria ed improcrastinabile la modifica urgente degli art. 6 comma 7 e art. 10 dell’Ordinanza n. 20/07, cosicchè si possano armonizzare le disposizioni, talvolta contraddittorie, che disciplinano l’accesso nell’ambito portuale, rendendo al contempo fluide, scorrevoli ed efficienti le operazioni di imbarco dei veicoli diretti alle Eolie. Si potrebbe consentire la fermata, per il tempo strettamente necessario all’acquisto della carta d’imbarco, sulla via dei Mille, nell’area antistante le Agenzie Marittime, o alternativamente chiedere ai vettori, di effettuare la bigliettazione per i veicoli diretti alle Isole Eolie, in prossimità del varco previsto per l’imbarco. Per le ragioni fin qui esposte, I SOTTOSCRITTI CONSIGLIERI COMUNALI Francesco MEGNA e Gesuele FONTI, chiedono al Sindaco di farsi portavoce, presso le autorità preposte, del disagio/disservizio in atto esistente e delle proposte operative formalizzate con la presente". Lipari lì 04 Dicembre 2007 Francesco MEGNA Gesuele FONTI

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 04/12/2007

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa Porto delle Genti Lipari
Vendesi casa Pianoconte Lipari Vendesi casa Pianoconte Lipari
250.000
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000
Vendesi villa Cappero Lipari Vendesi villa Cappero Lipari
790.000
Vendesi primo piano Portinente Lipari Vendesi primo piano Portinente Lipari
280.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Frittelle di Fiori di Zucca by Anita Scimone

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz