Pesca, " regione attenta a difficoltà del settore"

Pesca, " regione attenta a difficoltà del settore" PALERMO – L'assessore regionale alla Cooperazione, Titti Bufardeci, ha partecipato, questa mattina a Palermo, alla riunione dell'Osservatorio economico del Distretto della pesca, convocato nella sala convegni del Banco di Sicilia. Il Distretto produttivo della pesca riconosciuto dalla Regione è sicuramente tra i distretti siciliani quello più attrezzato, ne fanno parte 142 aziende con più di 2200 dipendenti, che con l'esportazione raggiungono un fatturato superiore ai 60 milioni di euro. Il tema centrale del meeting dell'Osservatorio è stato la politica del credito al mondo della pesca, ma si è affrontato anche il nodo della razionalizzazione della filiera produttiva e commerciale in una logica integrata. La congiuntura economica ha colpito in maniera grave il sistema della pesca siciliano. L'allarme lanciato da Giovanni Tumbiolo, presidente del distretto della Pesca e componente dell'osservatorio, si riassume con i dati del rischio default: “dobbiamo affrontare le difficoltà economiche del settore insieme con l'amministrazione regionale. Salvare il maggior numero possibile di imprese della filiera: più del 40 per cento di loro potrebbe disarmare entro la fine dell'anno. E' un rischio per l'economia siciliana che va scongiurato”. Esiste anche un problema dimensionale: “le dieci più grandi aziende siciliane della filiera rappresentano il 65 per cento del mercato – ha spiegato Tumbiolo – e questo dimostra che esiste una polverizzazione delle realtà imprenditoriali che va affrontato per aiutare l'aggregazione di quelle piccole imprese a dimensione familiare che rischiano di essere espulse dal mercato”. Per l'assessore Titti Bufardeci si è trattato della prima “full immersion” nel mondo della pesca. “Anche in un momento critico come quello che sta attraversando la finanza regionale – ha spiegato Bufardeci – l'amministrazione è sensibile a un settore strategico come quello della pesca. Vogliamo far prevalere una logica di sistema che sia da traino per la ripresa e crei le premesse affinchè la Sicilia diventi una sorta di hub euromediterraneo delle filiere ittiche, nella produzione, nel trattamento e nella commercializzazione. Credo che proprio in questa logica vada letto l'accordo grazie al quale il Distretto della Pesca ha ottenuto la concessione da parte del governo egiziano di 6 licenze di pesca. Da settembre saranno operative. Sono un test per comprendere cosa fare e come agire per sviluppare azioni di partenariato internazionale che vedano la Sicilia quale fulcro centrale di un sistema euromediterraneo”. Bufardeci indica anche la necessità di una svolta ecologista per il settore: “dovranno essere introdotte misure di sostenibilità ecologica e ambientale, per salvaguardare il patrimonio ittico, incidere positivamente sui consumi e ridurre gli agenti inquinanti e le emissioni”. Per quel che riguarda le misure anticrisi a sostegno del settore, Bufardeci ha ipotizzato che interventi come quelli effettuati a favore dell'agricoltura possano essere trasferiti anche alla filiera della pesca. “Il modello da seguire – ha spiegato Bufardeci – è quello delle misure che la Finanziaria regionale ha previsto per l'agricoltura. Ciò consentirebbe di facilitare l’accesso al credito alle imprese di pesca attraverso il credito di esercizio a tasso agevolato, il consolidamento delle passività onerose oltre a finanziare anche operazioni di capitalizzazione e di intervento volto alla ristrutturazione di mutui ventennali”. “Altrettanto importante – ha concluso l'assessore – è incidere sul meccanismo del de minimis. Oggi rappresenta un ostacolo: il regime d’aiuto attuale per la pesca prevede un massimo di 30.000 euro in tre anni (10.000 euro l’anno).

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 7/29/2009

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa antica Lipari
Villa San Salvatore Lipari Villa San Salvatore Lipari
1.800.000
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000
Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari
250.000
Casa Monte Rosa Lipari Casa Monte Rosa Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Gnocchi rucola e cozze by Gianfranco Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult