Assessore Leanza alla due giorni sul cinema

CATANIA – Ventisette festival cinematografici in Sicilia soltanto nel 2008. E’ il dato che salta agli occhi scorrendo la prima indagine approfondita che la Regione Siciliana ha condotto lo scorso anno: ventisette tra festival del cinema e rassegne di cortometraggi, alcuni specifici, altri “storici”, altri ancora legati al territorio. L’indagine condotta da CineSicilia aprirà la due giorni dedicata al grande schermo in programma domani e sabato (9 e 10 ottobre) al Teatro Sangiorgi di Catania durante la quale verrà illustrato il “Progetto Sicilia per il cinema e l’audiovisivo” della Regione Siciliana. L’assessore regionale ai Beni Culturali, Nicola Leanza, presenterà il progetto nel corso di una conferenza stampa, domani (9 ottobre) alle 9,30 al Teatro Sangiorgi. Poi, via ai lavori: si parte con il progetto di sostegno ai festival siciliani. Nel pomeriggio, a partire dalle 15,30, verranno presentate le risorse destinate al cinema in Sicilia (bandi europei, fondi regionali, APQ), le modalità e i criteri di contribuzione alle case di produzione. “Tutti elementi che hanno l’obiettivo di attirare le produzioni in Sicilia – spiega Leanza - : finanzieremo soltanto prodotti di qualità, progetti che utilizzino i nostri servizi e i nostri tecnici che stanno acquisendo un’esperienza formidabile”. Sabato mattina verranno invece presentate la Production Guide e la Location guide, la nascita di un centro di postproduzione e digitalizzazione e le iniziative del Centro sperimentale di Cinematografia che ha aperto una sede a Palermo dedicata al documentario. Una due giorni di studio e confronto alla quale hanno già aderito i più importanti produttori cinematografici italiani, registi (tra cui Giuseppe Tornatore il cui film “Baarìa” coprodotto dalla Regione Siciliana, è il candidato italiano agli Oscar, oltre ad aver già totalizzato oltre 5 milioni di euro al botteghino in due week end di programmazione), attori (Maria Grazia Cucinotta, Donatella Finocchiaro e i protagonisti di “Baarìa”, Francesco Scianna e Margareth Madè). L’indagine di CineSicilia sui festival ha evidenziato che nel 2008 si sono svolti in Sicilia, ventisette festival. Tra questi, grandi manifestazioni storiche, rassegne dalla forte identità, festival dall’alto potenziale non sfruttato ma anche tutta una serie di micro rassegne nate in poco tempo e scomparse dopo appena qualche anno di vita, oppure caratterizzate da scarsa capacità gestionale. Per questo motivo sono stati individuati criteri precisi seguendo una scala a indicatori numerici (da 0 a 100) in base ai quali verranno valutati i festival (divisi in rassegne con più di cinque anni di vita, a cui sarà destinato un budget di 300.000 euro, e festival di nuova ideazione, a cui andranno 160.000 euro), con conseguente ricaduta sui finanziamenti. Entreranno in gioco, tra l’altro, l’originalità delle idee, la tradizione e la storia dei festival, ma anche l’occhio dedicato alle produzioni realizzate nell’isola, la struttura organizzativa, il curriculum del direttore artistico, la congruità dei costi e l’intervento dei privati.

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 10/8/2009

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Attico con terrazzo e garage Lipari
Casa indipendente Montegallina Lipari Casa indipendente Montegallina Lipari
300.000
Casa mare x BB Lipari Casa mare x BB Lipari
260.000
Casa indipendente Pianoconte Casa indipendente Pianoconte
840.000
Casa indipendente Portinente Lipari Casa indipendente Portinente Lipari
590.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Scorfano in Guazzètto (al forno) by Marco Miuccio

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult