Record Nazionale tumori infantili

Record Nazionale tumori infantili Sono definiti “allarmanti” dal presidente del gruppo UdC della Regione Puglia Antonio Scalera i dati del Rapporto Airtum 2008 relativi al numero di tumori infantili riscontrati a Taranto e Provincia. Dal 1998 al 2002 si è registrata una crescita spaventosa di casi infantili di leucemie (+ 1,6%), mielomi, linfomi (+ 4,6%), tumori ematologici e tumori del sistema nervoso centrale (+ 2,0%). Mentre nell'ultimo anno ben quindici bambini tarantini sono stati ricoverati per neuroplasie. L'età oscilla tra uno e quattordici anni, ma è tristemente coinvolta anche la fascia anagrafica compresa tra zero e un anno. “La situazione è insostenibile – sostiene il presidente Scalera –, parliamo della salute dei nostri figli, dei nostri nipoti: non possiamo restare fermi, inerti. I dati diffusi palesano uno scenario preoccupante che richiede interventi celeri e risolutivi”. Il capogruppo Scalera si sofferma anche sul voto favorevole del partito dell'Unione di Centro, nel dicembre 2008, al dl che conteneva norme per la tutela dell'ambiente e del territorio e limiti per le emissioni di diossina e furani: “Chi criticava il nostro 'sì' alle legge anti-diossina, etichettandolo come irresponsabile o ideologico, adesso ha avuto una risposta chiarificatrice. Abbiamo avuto ragione – conclude il presidente – nel votare favorevolmente una legge che pone limiti e che frena situazioni che potrebbero divenire gravi sotto i profili ambientale, paesaggistico e soprattutto socio-sanitario”. La legge pugliese in questione impone che tutti gli impianti in esercizio a partire dal 1 aprile 2009, poi modificato al 30 giugno, non potranno superare la soglia, già elevata, di 2,5 nanogrammi per metrocubo di policlorodibenzodiossina e policlorodibenzofurani; calcolati su base annuale secondo una specifica procedura indicata da un protocollo d'intesa sottoscritto successivamente all'approvazione della legge regionale. Dal 31 dicembre 2010 la soglia di emissioni di pcdd+pcdf non potrà superare gli 0,4 nanogrammi per metrocubo, quanto previsto dal protocollo europeo per tutti gli impianti di nuova realizzazione.

, a cura di Alfredo Gennaro D'Agata

Data notizia: 10/12/2009

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casetta eoliana vista mare Canneto
Rustico panoramico Lipari Rustico panoramico Lipari
240.000
Villa Mulino a Vento Lipari Villa Mulino a Vento Lipari
1.000.000
Casa Troffa Canneto Lipari Casa Troffa Canneto Lipari
220.000
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Caponata di melanzane

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult