Grottaglie:servizio navetta ragazzi disabili

“L’interessamento del Vicepresidente della Provincia Emanuele Fisicaro è andato ben oltre le competenze del suo Assessorato, e ha difeso le ragioni di mio figlio fornendogli un servizio dovuto in quanto tutelato dalla Costituzione”. Il signor Mario Santoro commenta così la risoluzione della sua battaglia personale e quella di suo figlio, giovane diversamente abile che è impossibilitato a frequentare l’università a Taranto in quanto non esiste un servizio navetta che lo porti in facoltà. Ma procediamo con ordine. Luigi Santoro, di Grottaglie, è iscritto a Economia, ma la distrofia di cui soffre non gli permette di raggiungere il quartiere tarantino della Salinella per frequentare le aule universitarie. Il padre di Luigi, ex assessore al comune di Grottaglie, pur di accompagnare il figlio in facoltà, rinuncia anche alle sue ore lavorative e porta avanti la battaglia per difendere non solo le ragioni del figlio, ma anche quelle di tutti i ragazzi di Grottaglie diversamente abili che sono impossibilitati a fruire delle strutture scolastiche e universitarie. A nulla sono valse le denunce del problema fatte alle istituzioni: “Molti politici mi hanno fatto promesse ma è stato più un impegno di facciata, in quanto nessun risultato concreto è stato raggiunto. Già da tempo sono impegnato come cittadino al problema del trasporto dei diversamente abili del mio comune. Il servizio gestito all’interno del Comune è abbastanza efficiente grazie all’impegno della Responsabile dell’Ufficio dei Servizi Sociali e dei dipendenti utilizzati: autisti, accompagnatori, ecc. Il mio impegno invece riguarda l’istituzione di un servizio di trasporto disabili extra urbano che garantisca il trasporto degli studenti alla sede dell’Università di Taranto o degli Istituti superiori della Provincia. Motivo del mio interessamento è sia l’elevato numero di studenti non abili, sia perché sono genitore di un ragazzo affetto da distrofia muscolare, che quest’anno ha conseguito la maturità presso l’Istituto Tecnico Commerciale “Pertini” di Grottaglie e ora vuole frequentare l’università di Taranto. La legge 118/71 prevede che ogni diversamente abile ha diritto a frequentare sia la scuola dell’obbligo, sia i corsi di formazione professionale finanziati dallo Stato. Dietro varie sollecitazioni alla risoluzione del problema, l’Amministrazione Provinciale sosteneva che la competenza non è totalmente a suo carico ma è anche di competenza della Regione e dei Comuni interessati; la Regione , a sua volta, rimetteva la competenza alla Provincia ed ai Comuni; quest’ultimi, infine, sostenevano che la competenza è della Provincia. Solo l’interessamento diretto di Fisicaro ci ha permesso di arrivare alla soluzione del problema”. Infatti, solo i ragazzi che usufruiscono di borsa di studio avrebbero avuto garantito il servizio navetta, ma Santoro e un altro ragazzo disabile di Grottaglie che ha le sue stesse esigenze non hanno alcuna borsa di studio. Fisicaro ha contattato direttamente il Presidente dell’Adisu, Alba Sasso, e il presidente del Ctp, D’Auria, segnalando la vicenda e chiedendo e ottenendo il servizio di navetta per i due ragazzi già da giovedì prossimo (29 ottobre, ndr).

, a cura di Alfredo Gennaro D'Agata

Data notizia: 10/27/2009

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Ruderi e terreni sul mare Lipari
Primo piano casa vico Bezzecca Lipari Primo piano casa vico Bezzecca Lipari
176.000
Casa tipica e rudere con terreno Casa tipica e rudere con terreno
199.000
Immobile vista mare Canneto Immobile vista mare Canneto
530.000
Lipari villa sul mare con piscina Lipari villa sul mare con piscina
1.200.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Involtini di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult