Punteruolo Rosso, cimiteri, obbligo scolastico

Punteruolo Rosso, cimiteri, obbligo scolastico Altre tre interrogazioni del gruppo consiliare di minoranza al sindaco Mariano Bruno: Misure preventive infestazioni fitosanitarie ( primo firmatario Pietro Lo Cascio - stralcio) Egregio Signor Sindaco, dal 2005 è in atto in Sicilia una grave infestazione del Coleottero Curculionide Rhynchophorus ferrugineus, detto altrimenti “punteruolo rosso delle palme”, una specie originaria dell’Asia sud-orientale che, a partire dagli anni Novanta, ha espanso il proprio areale di distribuzione nel Medio e Vicino Oriente, in Nord Africa e in Europa. La specie, come suggerisce il nome comune, è un parassita delle palme, in grado di attaccare un vasto numero di specie ornamentali della famiglia Arecacee (appartenenti ai generi Phoenix, Washingtonia, Livistona, Sabal, Cocos ed altre ancora). Non avendo notizia di alcuna infestazione che abbia interessato i pregevoli palmizi locali ed escludendo dunque che il parassita abbia già raggiunto il nostro territorio comunale,rammentando infine la particolare sensibilità dimostrata dalla Sua Amministrazione – fin dai giorni successivi all’insediamento – verso il verde pubblico, che si è rivelata attraverso la grande profusione di arredi urbani vegetali diffusi nelle strade e nelle piazze del centro urbano di Lipari, tra i quali peraltro figuravano numerosi individui di palme (si veda, a tal proposito, una nostra precedente interrogazione che a tutt’oggi non ha ricevuto risposta), i sottoscritti consiglieri comunali con la presente intendono interrogare la S.V. per conoscere: se l’Amministrazione intende attuare un simile provvedimento relativamente al territorio del Comune di Lipari; se esistono altre misure di carattere fitosanitario che l’Amministrazione intende adottare per prevenire la deplorevole eventualità che tale tipo di infestazione possa estendersi, nell'immediato futuro, alle palme presenti nei giardini pubblici e privati eoliani. Cimiteri del Comune di Lipari ( primo firmatario Pietro Lo Cascio- stralcio) Egregio Signor Sindaco, i sottoscritti Consiglieri Comunali, con la presente intendono interrogare la S.V., quale legale rappresentante dell'Ente, per conoscere:1) se il Comune di Lipari sia stato dotato di una “pianificazione cimiteriale” aggiornata, che comprenda:a) la rappresentazione dello stato di fatto quale base di partenza per la valutazione di piano;b) la considerazione della totalità dei cimiteri del Comune, rispetto all’osservanza del fabbisogno legale degli spazi destinati alla inumazione in campo comune;c) la relazione tecnico-sanitaria del luogo con particolare attenzione alla situazione dell’orografia e della natura fisico-chimica del terreno, la profondità e la direzione della falda idrica;d) una planimetria in scala adeguata al territorio del singolo cimitero dell’area di futuro ampliamento o di costruzione;2) se esiste un “piano cimiteriale”, in che modo quest’ultimo si inserisca nel contesto civile della Città, raccordandosi al Piano Regolatore Generale (P.R.G.) in funzione delle aree che circondano il cimitero e le attività, anche commerciali, che lo interessano; 3) quali atti l’Amministrazione Comunale ha intrapreso, o intende intraprendere, per: a) la concreta tutela delle sepolture di particolare significato storico-artistico;b) la manutenzione dei sepolcri con valenza di bene monumentale, culturale e/o storico che andrebbero posti sotto tutela preventiva ed inseriti nel Registro dei Beni Culturali del Comune;4) se l’Amministrazione Comunale non ritenga opportuno procedere alla redazione di un elaborato sul patrimonio monumentale dei Cimiteri comunali, contenente, tra l’altro, la storia dei camposanti e delle tombe, la documentazione archivistica e fotografica relativa ai sepolcri sottoposti a interventi di restauro, quelli concernenti la planimetria, le tombe orizzontali, le stele, i cippi, i ferri battuti e i progetti relativi alle cappelle; previsioni e proposte per la valorizzazione degli stessi, con la messa a punto di possibili soluzioni riguardanti salvaguardia e restauro delle tombe, come pure gli studi relativi a personaggi di rilievo sepolti nei cimiteri predetti; 5) se l’Amministrazione Comunale non ritenga opportuno avviare una strategia di conoscenza e valorizzazione dei cimiteri come luogo di memoria collettiva e come beni culturali di particolare importanza, in considerazione del fatto che tali luoghi costituiscono una struttura “narrativa” della Comunità Eoliana, in un intreccio strettissimo e originale fra architettura, scultura, paesaggio, memorie pubbliche e private, offrendo testimonianze preziose per la ricostruzione della storia degli ultimi cent'anni delle isole e del Comune di Lipari in particolare; 6) se l’Amministrazione Comunale non ritenga opportuno dotare il Cimitero di Lipari di un Archivio informatico che, in tempo reale, riesca a fornire tutte le notizie relative a una determinata sepoltura, comprendendo tra queste sia i dati anagrafici del defunto, sia la storia delle sue “peregrinazioni” nell’ambito perimetrale del cimitero, sia le informazioni sulle concessioni del loculo e le relative scadenze; tale sistema, che si potrebbe comparare a una sorta di “camposanto virtuale”, potrebbe includere una mappa topografica che consenta di individuare la posizione puntuale della tomba e/o la parete nella quale la stessa risulta incastonata, nonché il numero del loculo; dove sia possibile, cliccando sui diversi complessi funerari, si potrebbe entrare in un livello di dettaglio sempre piu elevato, grazie ad una accurata suddivisione ed enumerazione delle aree e dei campi, nell’assoluto rispetto di quanto annotato nei Registri del Comune e del custode, onde evitare spiacevoli confusioni ed inopportune, inutili ricerche. A tale scopo, si fa presente all’Amministrazione Comunale l’esistenza di software dedicati alla gestione della materia in oggetto: soltanto per citare un esempio, ricordiamo il software Zachor® ,che descrive tutte le fasi implementate per l’informatizzazione della gestione cimiteriale, consentendo di garantire le necessarie trasperenza ed efficienza nell’espletamento e nella conduzione di tali servizi civici (si veda il sito web http://www.studiopresta.it/toc.htm). Evasione dell’obbligo scolastico ( primo firmatario Pietro Lo Cascio- stralcio) Egregio Signor Sindaco, i sottoscritti Consiglieri Comunali, con la presente intendono interrogare la S.V., quale legale rappresentante dell'Ente, per conoscere: se esiste una volontà di Codesta Amministrazione di arginare l’incremento degli abbandoni scolastici attraverso nuovi percorsi integrati di istruzione e formazione alternativi e/o sperimentali, avvalendosi altresì di operatori dei servizi sociali che possano affiancare i ragazzi in difficoltà nell’ambito di un tutoraggio psicologico e pedagogico;quali azioni intende mettere in atto per garantire la regolarità della frequenza e assicurare, con interventi di prevenzione e controllo, un reale contrasto al deplorevole fenomeno della dispersione scolastica. Quali altri provvedimenti l’Amministrazione comunale intende eventualmente adottare per porre fine o limitare concretamente il fenomeno suddetto.

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 16/02/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Immobile vista mare Canneto
Villa indipendente Pianoconte Villa indipendente Pianoconte
350.000
Casa semindipendente Santa Margherita Lipari Casa semindipendente Santa Margherita Lipari
310.000
Vendesi casa Pianoconte Lipari Vendesi casa Pianoconte Lipari
250.000
Vendesi primo piano Portinente Lipari Vendesi primo piano Portinente Lipari
280.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Tagliatelle allo scorfano

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz