Lipari e Panarea, storie di ordinario degrado

Lipari e Panarea, storie di ordinario degrado Lipari- Siamo alle solite. Problemi quotidiani irrisolti provocano disagi e pubblica indignazione. " Un lumino acceso accanto ad ogni escremento per evitare ai pedoni di calpestare gli " adorni" che arredano e corredano il paese e per tagliare in modo sensibile il costo dell'illuminazione pubblica. I riverberi delle svariate centinaia di fiammelle illuminerebbero a giorno tantissimi spazi pubblici". Questa la sarcastica proposta fatta al Sindaco dal prof. Giuseppe Subba, viste le condizioni in cui versa il corso Vittorio Emanuele: é , infatti, un vero e proprio "campo minato". Subba ha ricordato al primo cittadino ma anche all'amministratore dell'Ato Me 5 e al dirigente del IV settore che esiste un'ordinanza sindacale che pone l'obbligo per i proprietari di cani domestici di munirisi di paletta e sacchetto per raccogliere le feci dei loro animali. L'ex Vicesindaco ha chiesto di conoscere il numero dei verbali di contravvenzione elevati dalla data di entrata in vigore dell'ordinanza ad oggi. A Panarea, invece, non si trovano soluzioni per l'individuazione di una idonea area di stoccaggio dei rifiuti e partono gli esposti denuncia alla Procura della Repubblica di Barcellona e al Prefetto. Il residente Felicino Di Lorenzo ha fatto presente che i rifiuti vengono attualmente stoccati nel sito di " Sopra Portella" su moto api scoperte. " Una collocazione a cielo aperto - ha sottolineato- che si presta a dequalificare l'isola". Dalla zona panoramica con vista mozzafiato sugli isolotti di Basiluzzo e Dattilo transitano numerosi turisti. Escursionisti che sono costretti ad " ammirare" anche i volatili che piombano sui sacchi neri della spazzatura, depositati sui carretti a tre ruote, per cibarsi. Ciò é stato evidenziato nell'esposto " con conseguente trasmissione di pericolose malattie infettive per contagio con altri animali domestici ma principalmente con i topi che scorazzano liberamente per l'isola". Di Lorenzo ha anche fatto rilevare che la durata dello stoccaggio sulle moto api determina automaticamente la percolazione dei rifiuti che secernono odori nauseabondi e che si diffondono per l'isola al passaggio dei mezzi diretti al porto in attesa di imbarcarsi sulla nave dedicata. " Ciò accade - ha scritto- anche durante l'arrivo e la partenza dei mezzi di linea con conseguente presentazione dell'isola ai numerosi turisti che si inebrieranno al profumo di "Chanel n°5" ". Il residente panarellese ha sollecitato le autorità ad intervenire con la massima urgenza, evidenziando, tra l'altro, che " l'assurda pretesa di un servizio giornaliero con nave dedicata per poche decine di kg di immondizia determina un esborso notevole di pubblico denaro di cui certamente non si sente il bisogno stante la situazione economica della nazione".

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 2/27/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Appartamento secondo piano Marina Corta Lipari
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000
Primo piano casa vico Bezzecca Lipari Primo piano casa vico Bezzecca Lipari
176.000
Rudere panoramico Lipari Rudere panoramico Lipari
230.000
Vendesi casa Corso Lipari Vendesi casa Corso Lipari
250.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Agghiotta di pesce spada

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult