Lupo vede nero sul futuro del Governo

Gazzetta del Sud Michele Cimino PALERMO Ore contate per il Lombardo-ter. A sostenere che questo terzo governo di Raffaele Lombardo, «a prescindere dalle vicende giudiziarie, non potrà andare avanti a lungo, perché non è in grado di gestire le riforme che servono alla Sicilia», è Giuseppe Lupo, segretario regionale del Pd, che con queste parole ha respinto la proposta lanciata un paio di giorni prima della tempesta giudiziaria che si è abbattuta sul mondo politico siciliano per la costituzione di un "governo di salute pubblica" che portasse la Sicilia alle elezioni anticipate in primavera. Un governo con assessori di tutti i gruppi parlamentari (leggasi, Pdl, Pdl-Sicilia, Mpa, Udc e Pd) per arrivare all'approvazione del prossimo bilancio e, quindi, le dimissioni di Lombardo per poter votare alla scadenza dei tre mesi, cioè in aprile. Il no di Lupo, però, non è diretto al solo Udc, ma anche a questo governo, «non in grado di gestire le riforme» perché, a suo giudizio, subirebbe ancora condizionamenti che ne intralciano il cammino. Tradotto dal politichese vuol solo dire, usando gli stessi termini del senatore Beppe Lumia in una recente intervista, «Gianfranco Micciché deve decidere: o di qua o di là». «Le proposte del Pd siciliano che oggi sono legge, come la riforma del sistema dei rifiuti, l'acqua pubblica, l'esenzione dei ticket sanitari, gli incentivi per l'occupazione, l'apertura pomeridiana delle scuole, le zone franche dai tributi per le piccole imprese, gli interventi per l'agricoltura, l'artigianato, la cooperazione, l'edilizia e per i lavoratori precari e i forestali - ha, infatti, ricordato Lupo - aiuteranno la Sicilia in un momento di gravi crisi economica. Non abbiamo proposto e votato queste leggi per sostenere il Governo regionale, ma per rispondere ai bisogni dei siciliani traditi da Berlusconi e dal centrodestra». Ergo, o si va al Lombardo quater, o nuove elezioni in autunno. Intanto si infittisce il dibattito tra miccicheiani e lealisti, o ortodossi, come preferiscono essere chiamati quelli del Pdl ufficiale. Il deputato Giacomo Terranova, molto vicino a Micciché, ha invitato il co-coordinatore dei lealisti Giuseppe Castiglione a smetterla di lanciare continui appelli al senso di responsabilità dei ribelli per convincerli a tornare all'ovile perché «è solo un mero esercizio di retorica, se poi a questi non corrisponde una precisa, univoca e chiara linea politica. Ancora non abbiamo bene compreso, ma sicuramente per colpa nostra - ha aggiunto - come il Pdl cosiddetto `ortodosso, ex lealista, vorrebbe risolvere il "caso" Sicilia: «Rivolgo un appello caloroso al presidente Fini e alla sua sensibilità politica perchè difenda il valore dell'unità del Pdl. Questo non significa tacere o non esporre il proprio pensiero, ma essere consapevoli che i valori globali che rappresentiamo valgono più di alcuni dissensi e che dissentire è lecito e spesso utile per non divenire ipocriti. Tutto questo va fatto nelle sedi di partito», ha invece sostenuto il senatore Carlo Vizzini, intervenendo a Palermo a un convegno della fondazione Riformisti europei, alla presenza del capogruppo del Pdl a palazzo Madama, Maurizio Gasparri. «In Sicilia – ha aggiunto Vizzini – vi è una crisi politica aperta e camuffata soltanto da un Pd che non sapendo costruire un'alternativa, preferisce darsi il ruolo di stampella a un governo che nuoce alla Sicilia ed è inviso alla maggioranza dei siciliani. Il partito di Silvio Berlusconi si oppone a questo governo e ritiene che occorre restituire la parola agli elettori. Ai nostri amici del Pdl Sicilia, alle persone per bene che in buona fede si sono illuse di partecipare a una svolta di cambiamento, chiediamo di fare un passo indietro rispetto al baratro di cui oggi debbono prendere atto». «Non siamo garantisti a tassametro – ha concluso – e non ci aggrappiamo alla vicenda giudiziaria per battere Lombardo. Il governatore, comunque, esca dalla fiction e non cerchi "pupar": pensa davvero che i giudici di Catania siano manovrabili? E se è così, pensa come ha detto che sia Berlusconi a manovrarli? Mi auguro che le sue parole abbiano tradito il suo pensiero». «Il Pd è in affanno in tutt'Italia e in Sicilia ha trovato la possibilità di entrare nella maggioranza alla Regione, modificando così il risultato delle urne». è invece l'analisi del capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri. «Chi inalbera improprie bandiere del Pdl, unendosi poi con la sinistra e con il senatore Lumia, dovrà porsi il problema di questo comportamento». Intanto l' Mpa ha lanciato un appello al presidente della Repubblica e una raccolta di firme d'adesione al testo che rinnova la fiducia a Raffaele Lombardo. Nel documento si ricorda che «due anni fa il governatore veniva eletto presidente della Regione, con una imponente maggioranza. Lombardo ha mantenuto le sue promesse e avviato il più grande programma di riforme amministrative che mai la Regione abbia conosciuto. Ma, quando divenne chiaro che intendeva davvero fare quel che aveva promesso, pezzi di quella stessa maggioranza che lo aveva sostenuto lo hanno abbandonato». E ancora: «Lombardo ha tirato dritto per la sua strada con coerenza e il suo programma riformista ha incontrato sempre nuovi consensi, anche al di là degli schieramenti politici dell'originaria maggioranza. Gli interessi affaristico-criminali e quanti hanno interesse a mantenere lo statu quo stanno tentando di fermarlo in tutti i modi. Oggi questo stesso uomo è oggetto di accuse infamanti in un clima di tensione e di intimidazione. E, senza volere in nessun modo interferire con il libero corso della giustizia, noi sentiamo oggi il dovere civico di dire che troviamo queste accuse inverosimili».

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 5/17/2010

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rustico Vitusa Quattropani Lipari
Villa San Salvatore Lipari Villa San Salvatore Lipari
1.800.000
Vendesi casa da ristrutturare Acquacalda Lipari Vendesi casa da ristrutturare Acquacalda Lipari
Trat. riserv.
Appartamento Murales Lipari Appartamento Murales Lipari
160.000
Rustico Quattropani isola di Lipari Rustico Quattropani isola di Lipari
490.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Caponata di melanzane

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult