Ottocento. Da Canova al Quarto Stato

La mostra “Ottocento. Da Canova al Quarto Stato” si presenta come una grande sfida per due motivi: è la prima volta che si fa un’esposizione sulla pittura italiana di questo secolo ed è la rivalutazione dell’arte pittorica di molti artisti che non rappresentavano più l’eccellenza in arte nel secolo in cui l'Italia conquista la libertà e l'indipendenza nazionale. Nell’Ottocento infatti la musica, con il melodramma di Rossini, Donizetti, Bellini, Verdi, Puccini, domina ancora nel mondo, mentre nell’arte si riscontra la perdita dell'antico primato. Le Scuderie del Quirinale ospitano da oggi al 10 giugno circa 100 capolavori selezionati da Maria Vittoria Marini Clarelli, Fernando Mazzocca e Carlo Sissi. Il fine è dimostrare, come una serie di pittori straordinari, tra Roma e Milano, Firenze e Napoli, abbiano lottato in contesti e situazioni storiche difficili, per realizzare opere che fossero all’altezza della migliore tradizione nazionale. Appiani, Palagi, Hayez e i rappresentanti della Scuola Romantica a Milano, i Macchiaioli come Fattori, Lega, Signorini a Firenze, i vedutisti della Scuola di Posillipo e Morelli a Napoli, hanno reinterpretato il lento e dorato tramonto dell’ideale classico e delle regole ritenute immutabili dell’Accademia, realizzando, in nome dei grandi ideali del Risorgimento e dei conflitti esistenziali nei Romantici, una pittura che desse conto della semplice natura e della vita quotidiana nei Macchiaioli, dei misteriosi percorsi dell'animo in Morelli, creando così una nuova idea di bello che corrispondesse alle inquietudini dell'uomo moderno. Gli strepitosi ritratti, come quello dell'eroica Principessa Belgiojoso, i sensuali nudi femminili dell'autore del Bacio, Francesco Hayez, le malinconiche scene familiari, come l'indimenticabile Canto di uno stornello di Silvestro Lega, le lucenti tavolette e gli intensi ritratti di Giovanni Fattori, provenienti dai maggiori musei e dalle collezioni private più esclusive, restituiscono le passioni, le speranze e le delusioni, di un Paese in lotta per l’indipendenza e per la creazione di una società più equa. Dopo l'Unità d'Italia, le vicende della pittura, a cominciare dall'esperienza rivoluzionaria dei Macchiaioli che si esaurisce nel giro di dieci anni, vedono scavarsi un solco tra gli artisti ufficiali, graditi all'establishment, e quelli che, in perenne conflitto con la società, cercano di realizzare un nuovo modo di vedere ed interpretare la realtà. La mostra intende mettere a confronto presupposti ed esiti diversi, tra il linguaggio della "macchia", basato su una potente sintesi plastica e cromatica, e la materializzazione dell'immagine perseguita tra le vibrazioni luminose di Morelli e le sperimentazioni atmosferiche della Scapigliatura e del Divisionismo. I protagonisti di questo movimento, Segantini, Morbelli, Novellini, Previati, Pelizza da Volpedo, presenti con capolavori indimenticabili anche per il loro significato storico, come il celeberrimo Quarto Stato, testimoniano la grandezza e la modernità, assolutamente europee, di questa ultima grande stagione della pittura italiana dell'Ottocento. Per evocare meglio il percorso artistico del secolo fanno da grandi testimoni alle diverse sezioni, strategicamente dislocati negli snodi principali, alcuni capolavori assoluti della scultura - di artisti come Canova, Tenerani, Bartolini, Vela, Duprè e Cecioni. Fino al 10 giugno alle Scuderie del Quirinale.

, a cura di Daniela Bruzzone

Data notizia: 29/02/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi villa antica Lipari
Vendesi villa Annunziata Lipari Vendesi villa Annunziata Lipari
600.000
Casa indipendente Portinente Lipari Casa indipendente Portinente Lipari
530.000
Casa Monte Rosa Lipari Casa Monte Rosa Lipari
250.000
Appartamentino Portinente Lipari Appartamentino Portinente Lipari
150.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Gnocchi rucola e cozze by Gianfranco Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult