Sanità, contestato il piano di rientro

Gazzetta del Sud Palermo- Il ministero della Salute ha contestato alcuni punti del piano di rientro della spesa sanitaria della Regione siciliana. Nel mirino sono finiti la paralisi organizzativa delle Ausl dell'Isola, il ritardo con cui vengono emanate le direttive regionali, la poca chiarezza sul risparmio annuo e il differimento di due ore nell'apertura delle guardie mediche, dalle 10 alle 12, deciso unilateralmente e non in linea con il contratto nazionale dei medici.In particolare, i responsabili del ministero evidenziano che la Regione ha deciso di non attivare «per il 2008 il servizio di assistenza sanitaria ai turisti e la mancanza di chiarezzà nell'individuazione del risparmio annuo, considerato che si tratta di prestazioni a pagamento». Per il ministero «non è legittimo differire di 2 ore l'orario di apertura delle guardie mediche perchè introdurrebbe un vuoto nella continuità dell'assistenza primaria». Nel carteggio inviato all'assessorato alla Sanità, il ministero esprime, infine, «la preoccupazione per il ritardo con cui vengono emanate le direttive regionali, previste per il 31 dicembre 2007 e relative alla riduzione del 5% delle unità operative complesse e semplici (Uoc e Uos)».Infine il ministero «bacchetta» la Regione per aver avviato progetti senza aver richiesto l'autorizzazione.

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 4/19/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rustico panoramico Lipari
Casa indipendente Portinente Lipari Casa indipendente Portinente Lipari
590.000
Casa Monte Rosa Lipari Casa Monte Rosa Lipari
250.000
Rudere Quattropani Lipari Rudere Quattropani Lipari
110.000
Casa padronale con vigneto Lipari Pianoconte Casa padronale con vigneto Lipari Pianoconte
450.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Gnocchi rucola e cozze by Gianfranco Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult