Salina: "Sagra del pane di casa e olio nuovo"

Salina: "Sagra del pane di casa e olio nuovo" Michele Merenda SALINA – Giunge all’ottava edizione l’appuntamento con la “Sagra del pane di casa e l’olio nuovo di Salina” organizzato dal comune di Leni. All’interno dei locali della nuova biblioteca comunale, infatti, durante la serata di sabato scorso, è stato possibile degustare l’olio degli uliveti dell’isola più verde delle Eolie con differenti tipologie di pane cotto nei forni a legna locali. Davvero numerosi i partecipanti, provenienti da ogni parte dell’isola, a dimostrare che quando ha la meglio lo spirito di coesione e di organizzazione si possono vincere anche i periodi invernali, visti spesso come dei lunghi tempi morti. Eventi di questo tipo, invece, evidenziano quanto sia importante insistere sulla valorizzazione dei propri prodotti, soprattutto in un grande momento di crisi come quello attuale. La vicesindaco Agata Pollicino, l’assessore alla cultura Giacomo Montecristo ed il consigliere comunale Marcello Rando sono stati concordi nell’affermare l’importanza di una sana alimentazione e della relativa corretta educazione, esaltando ancora una volta la bontà ed i valori nutrizionali degli alimenti eoliani. Durante l’avvenimento è stato anche ospitato il mercatino dell’usato allestito dai ragazzi di S. Marina Salina. Oltre al pane condito con l’olio e salse varie sempre preparate in casa (ai capperi, ai pomodori arrostiti, ecc…), si sono potuti gustare una vasta gamma di dolci e di vini isolani. La serata è stata collegata dalla Comunità di Cibo di Salina Isola Slow al “Terra Madre Day”, appuntamento che si svolge in tutto il mondo con tantissimi eventi organizzati in ogni angolo del mondo per difendere, apprezzare e promuovere i cibi dei piccoli agricoltori e produttori. Da quanto comunicato da Saro Gugliotta, fiduciario della condotta Slow Food Valdemone, il “Terra Madre” è una delle più grandi celebrazioni collettive della diversità alimentare, con l’obiettivo di sostenere le comunità del cibo sparse in tutto il mondo. Nell’edizione di quest’anno, proprio la condotta Slow Food Valdemone di Messina ha effettuato l’iniziativa “Un pasto per Terra Madre”, il cui tema centrale è stato il sostegno delle mense della solidarietà della città di Messina, mettendo in relazione i Presìdi ed alcune comunità del cibo della provincia di messinese con le mense di solidarietà. Tra questi vi sarà anche il cappero dell’isola di Salina, già da tempo presidio Slow Food, le cui proprietà biologicamente benefiche, che lo distinguono dagli altri capperi prodotti nel resto del pianeta, sono oramai note a tutti gli addetti ai lavori.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 12/10/2012

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Villetta Tipica S. Margherita Lipari
Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari Vendesi fabbricati con terreno Acquacalda Lipari
250.000
Rudere panoramico Lipari Rudere panoramico Lipari
230.000
Villa sul mare Capistello Lipari Villa sul mare Capistello Lipari
630.000
Casa indipendente Montegallina Lipari Casa indipendente Montegallina Lipari
330.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

La Stroncatùra by Pasquale Cùfari

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult