Eolie, venerdì nero per i trasporti

Eolie, venerdì nero per i trasporti Lipari- Si prospetta un venerdì , e non è 17, ma 25 luglio, davvero nero. Oltre al già proclamato sciopero dei marittimi della Ustica Lines, nella linee da e per le Eolie, che si fermeranno per 8 ore , fino alle 14.00 per l’ormai nota questione del mancato avvio di una gara d’appalto da parte della regione che soddisfi le esigenze , in relazione anche al continuo aumento del prezzo del carburante, e dunque con fondi adeguati a garantire tutti i servizi, adesso disagi si prospettano anche per chi dovrà viaggiare in traghetto. Le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti hanno proclamato , in questo caso, ben 24 ore di sciopero di tutto il personale del gruppo Tirrenia, e quindi delle collegate quattro linee regionali Caremar, Siremar, Toremar e Saremar". Al centro della protesta, che segue lo stato di agitazione, indetto lo scorso 9 luglio, la mancanza di risposte ai problemi del settore marittimo ed in particolare all'emergenza della compagnia di navigazione. "In quest'ultimo periodo - sostengono le organizzazioni sindacali - assistiamo a continui attacchi alla flotta pubblica con l'evidente intento di realizzarne lo smembramento e l'accaparramento di linee e navi da parte di singoli armatori". Per Filt Cgil, Fit Cisl e Uilt "il rischio che si corre è quello già visto in passato: tagli di linee, migliaia di posti di lavoro a rischio, peraltro concentrati in aree depresse del Mezzogiorno, privatizzazione con bassissimo ricavo per lo stato, penalizzazioni per l'utenza". Secondo i sindacati "è, quindi, urgente aprire un tavolo di confronto con il governo per scongiurare i pericoli descritti ed, al contrario avviare un percorso virtuoso che sappia coniugare le diverse esigenze". Anche l'Ugl Mare aderisce allo sciopero di tutto il personale del gruppo Tirrenia e lo fa sapere Pasquale Mennella, segretario nazionale, che chiede, inoltre, un urgente incontro al governo. "Occorre trovare il modo per evitare una privatizzazione - afferma Mennella - che farebbe ricavare ben poco allo Stato e sarebbe a discapito dell'utenza e dell'occupazione. Lo sciopero - aggiunge il sindacalista – deriva, inoltre, anche dall'inerzia delle regioni che, così come prevede il collegato al Dpef, dovrebbero subentrare alla proprietà statale". Per Mennella occorre "pensare ad avviare il risanamento della Tirrenia e assicurare i livelli occupazionali". Si prevedono, dunque, enormi disagi per chi viaggerà via mare anche perchè, il venerdì 25 luglio, "tutti i traghetti rimarranno fermi in banchina e il blocco riguarderà tutti i collegamenti con le isole.

, a cura di Tiziana Medda

Data notizia: 7/16/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Ruderi e terreni sul mare Lipari
Villetta Tipica S. Margherita Lipari Villetta Tipica S. Margherita Lipari
155.000
Casa indipendente Pianoconte Casa indipendente Pianoconte
840.000
Rustico Vitusa Quattropani Lipari Rustico Vitusa Quattropani Lipari
95.000
Apt Residence Canneto Mare Apt Residence Canneto Mare
115.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Baccalà al sugo

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult