Chiesa Vecchia e il tracciato contestato

Chiesa Vecchia e il  tracciato contestato Lipari- Si erano opposti ad un’ordinanza dell’allora commissario per l’emergenza , Mariano Bruno, che aveva reso fruibile, in caso di necessità, un tracciato appositamente creato nei terreni di loro proprietà nella frazione di Quattropani, rendendolo di fatto percorribile quale via di fuga in caso di emergenza, soprattutto per il verificarsi di eventuali incendi nella verde frazione. I proprietari, avevano contestato quel tracciato, che avrebbe rovinato i loro terreni. Una vera e propria strada creata che attraversa per intero quei terreni, e rende possibile il transito, oltre che pedonale, anche veicolare, andando, di fatto a “disturbare” una quiete che da sempre le persone , proprietarie di quelle abitazione e di quei terreni negli anni hanno avuto. Il tracciato, sul quale si è scatenata la legittima protesta dei proprietari terrieri, si trova in prossimità del Santuario di Chiesa Vecchia , ed è stato realizzato, come evidenziava l’ordinanza commissariale, quale via di fuga per eventuali incendi o intasamenti tali, da dover ricorrere ad una strada alternativa. Alcuni proprietari si erano opposti a quell’ordinanza, rivolgendosi, erroneamente, al Tribunale di Lipari, per chiedere la rimessa in pristino dei luoghi, e contestualmente provvedendo ad apporre ostacoli per evitare l’ingresso al tracciato realizzato dal comune su disposizione del commissario. Il Giudice della sezione staccata del Tribunale di Lipari, Roberto Gurini, in merito alla vicenda, però, il 20 giugno scorso, ha evidenziato di non poter entrare nel merito , non essendo sua competenza, bensì del TAR di Catania al quale si sarebbero dovuti rivolgere per chiedere l’annullamento dell’ordinanza. Nei giorni il comandante della Polizia Municipale, unitamente ai suoi uomini, ha provveduto, in ogni caso, a rimuovere gli ostacoli che impedivano l’accesso al tracciato, rendendolo, in caso di emergenza, nuovamente fruibile. Ma la questione è destinata a proseguire. Gli stessi proprietari, infatti, con documentazione fotografica e cartacea, stanno già predisponendo ulteriori atti per gli Enti compunteti, con i quali intendono opporsi a quanto stabilito dall’allora commissario, oggi solo sindaco Mariano Bruno, chiedendo che si dimostri se vi sia la necessità di un’eventuale alterazione dei luoghi per un pericolo che , obiettivamente non si capisce quale possa essere. Se davvero vi è la necessità di creare un tracciato di emergenza, perché a questo punto non si provvede ad espropriare il terreno? O se invece si tratta solo di un problema occasionale, ricordiamo che tra circa due settimane si terrà la tradizionale festa nella zona di Chiesa Vecchia, perché non mettersi d’accordo con i proprietari, che potrebbero sicuramente mostrarsi d’accordo per quei due gironi, in caso di necessità a voler rendere percorribile quel tracciato? Del resto, anche se appare quasi superfluo ricordarlo, il verde incontaminato di Quattropani, ed in particolare proprio la zona che circonda Chiesa Vecchia, è forse uno dei luoghi che rimane avvolto da un fascino tanto particolare da sembrare magico. Perché voler spegnere anche quella magia?

, a cura di Tiziana Medda

Data notizia: 8/28/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Rustico Vitusa Quattropani Lipari
Palazzina centro Lipari Palazzina centro Lipari
220.000
Villa San Salvatore Lipari Villa San Salvatore Lipari
1.800.000
Primo piano casa vico Bezzecca Lipari Primo piano casa vico Bezzecca Lipari
176.000
Vendesi secondo piano Canneto Lipari Vendesi secondo piano Canneto Lipari
430.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Maccheroni al sugo di cernia

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult