Finanziaria e bilancio, l'Ars vota all'alba

Finanziaria e bilancio, l'Ars vota all'alba Blogsicilia.it di Elena Di Dio Sulla tabella H il parlamento siciliano cede il passo ma alla fine non molla. Resta in piedi e viene approvata la misura che destina 25 milioni di euro a 137 enti – fra cui il “salvato” Cerisdi, il centro di formazione per dirigenti che aveva rischiato di essere cancellato dall’elenco degli enti finanziati. Ma l’approvazione dei documenti contabili non è un risultato facile né per il governo e nemmeno per un parlamento che si è “spaccato”: l’approvazione della finanziaria e del bilancio è arrivata quasi alle sette del mattino dopo un estenuante esame di emendamenti che ha impegnato gli uffici della presidenza, prima, in una lunga verifica di ammissibilità. E comunque, nel corso della nottata, più di un deputato compreso il “portavoce” ufficiale del Megafono, Antonio Malafarina hanno chiesto la sospensione del voto sulla tabella H e criticato aspramente la composizione del capitolo di spesa sostenendo la necessità di una ferrea revisione degli enti che la compongono. La “serata” era comunque partita male: quando alle 11.30 l’aula era riuscita finalmente a riunirsi di nuovo dopo ore di stop un acceso battibecco fra il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone e quello della Regione, Rosario Crocetta aveva portato alla sospensione dei lavori. Al centro del malinteso la presunta partecipazione del presidente della Regione ad una riunione in cui sarebbero stati decisi gli emendamenti da aggiungere all’articolo 53 della finanziaria e si sarebbe decisa la distribuzione dei fondi della tabella H. Ardizzone censura l’episodio sostenendo che solo la presidenza dell’Ars può dichiarare ammissibili o meno gli emendamenti da portare all’esame dell’aula. Crocetta contesta e scoppia una brutta lite. Nonostante il chiarimento il resto della seduta continua nervosamente e con mille distinguo. Infine la finanziaria da 26 miliardi di euro viene approvata. Alla tabella H – che viene approvata a maggioranza – manca il voto del Movimento 5 Stelle della lista Musumeci e del deputato del Pdl, Marco Falcone.

a cura di Peppe Paino

Data notizia: 01/05/2013

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Vendesi secondo piano Canneto Lipari
Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato vista mare Acquacalda Lipari
250.000
Vendesi casa Capistello Lipari Vendesi casa Capistello Lipari
500.000
Vendesi villa antica Lipari Vendesi villa antica Lipari
520.000
Vendesi fabbricato San Calogero Lipari Vendesi fabbricato San Calogero Lipari
155.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Carciofi ripieni

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #liparibiz