L'Ars da il via libera a tre disegni di legge

Gazzetta del Sud Palermo- Da ieri sera Sala d'Ercole è in vacanza. Riaprirà i battenti il 16 settembre per la trattazione di interrogazioni e interpellanze in materia di agricoltura, alle quali risponderà l'assessore regionale Giovanni La Via. I lavori si sono dovuti concludere con due giorni d'anticipo rispetto alla data programmata dalla conferenza dei capigruppo, per mancanza di provvedimenti da esaminare, essendo spesso saltate le riunioni delle commissioni legislative.In proposito, poi, è da registrare la profonda delusione, per usare un eufemismo, del sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca, per il ritiro, da parte del governo, del provvedimento relativo alle variazioni di bilancio che, secondo i capigruppo, si sarebbero dovute esaminare tra oggi e domani Nel provvedimento, infatti, era inserita una norma per la concessione ai comuni capoluogo delle tre aree metropolitane, Palermo, Messina e Catania, un finanziamento di 10 milioni di euro l'anno fino al 2027, per complessivi 600 mila euro. Se ne riparlerà a partire dal 9 settembre, quando le commissioni torneranno a riunirsi. Ieri, comunque, prima che il presidente dell'Ars Francesco Cascio dichiarasse chiusa la sessione parlamentare, sono stati votati, dopo una sospensione di un'ora per mancanza del numero legale, ed approvati i tre disegni di legge esaminati nelle sedute precedenti. I provvedimenti approvati riguardano: le misure sulla sicurezza delle operazioni di volo negli aeroporti siciliani (48 voti a favore, uno contrario e 10 astenuti); le iniziative per i collegamenti con le isole minori ( 45 "si", un "no" e 16 astensioni); la valorizzazione dei mercati storici (53 voti favorevoli e una astensione). Inoltre, sono stati discussi e accolti dal governo come raccomandazione anche due ordini del giorno: il primo riguarda i problemi connessi alle trattative in corso sul trasferimento della società Siremar dallo Stato alla Regione; il secondo tende a impegnare il governo a intervenire in sostegno dell'Ast (Azienda Siciliana Trasposti).Particolarmente soddisfatto per l'approvazione definitiva del disegno di legge per le isole minori, l'assessore al Turismo Titti Bufardeci ha dichiarato: «La Regione dimostra con azioni concrete che le isole minori sono territori strategici su cui investire. Per il loro sviluppo dobbiamo mettere in campo, così come è stato fatto in questo specifico caso, tutte le risorse disponibili. Giudico importante e positivo il segnale che giunge dal parlamento siciliano».«Questa legge – ha concluso - consentirà di mettere a bando le unità di rete per i collegamenti marittimi veloci per le Eolie e le Egadi. La Sicilia è la prima regione in Italia ad aver avviato, sin dal 2002, la liberalizzazione del settore applicando le procedure europee per l'affidamento». (m. c.)

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 8/7/2008

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Casa eoliana Cappero
Villetta Tipica S. Margherita Lipari Villetta Tipica S. Margherita Lipari
155.000
Rustico panoramico Lipari Rustico panoramico Lipari
240.000
Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari Vendesi fabbricato Acquacalda Lipari
220.000
Casa indipendente Quattropani Lipari Casa indipendente Quattropani Lipari
260.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Sfìnci di Zucca by Ivana Merlino in Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult