La guerra dei giovani

La guerra dei giovani Riceviamo da Luca Chiofalo e pubblichiamo nota dal titolo " Giovani e guerre": Il 4 novembre è il giorno in cui si festeggia l'unità nazionale e la giornata delle forze armate. Si commemorano, dunque, anche i caduti della guerra e, a loro, si rivolge un pensiero di gratitudine per aver combattuto per la patria e per la libertà e l'orgoglio di tutti gli italiani. Ho ascoltato il breve discorso del sindaco a margine delle celebrazioni e un passaggio in particolare ha colpito la mia attenzione. Il sindaco dice, a ragione, che il sacrificio di alcuni ha garantito a noi decenni di pace e, aggiunge, che se i giovani non conoscono le atrocità della guerra, a coloro che si sono sacrificati devono dire grazie. Parole sacrosante, ma gli faccio notare che i giovani, oggi, combattono un'altra guerra: quella per essere ascoltati, quella per essere parte integrante della vita sociale e politica della comunità; e se non patiscono l'angoscia e i dolori della guerra convenzionale, soffrono comunque una situazione di oppressione e di mancata libertà, perchè costretti dai "grandi" all'emarginazione o all'omologazione. Il modello di vita che ci viene imposto è lontano da una piena attuazione delle libertà dell'individuo; ci viene chiesto di essere servili, conformisti e accondiscendenti rispetto alle idee di generazioni ormai al tramonto, che ambiscono a "conservare" più che a innovare. Non tutti i giovani di questo paese, però, sono disposti a barattare valori e principi in cui credono e dunque libertà di espressione e di azione, con la promessa di un mero ed effimero "contentino" finalizzato a ridurre al silenzio le istanze di cambiamento. Esistono, dunque, i prodromi di una guerra tra generazioni, di uno scontro tra mentalità, e se la parte al potere non prende coscienza del rischio, presto se ne pagheranno le conseguenze. L' integrazione sarebbe una soluzione ragionevole, un'annessione (questa sembra la volontà) è inaccettabile, perchè uccide "in nuce" l'idea stessa di progresso. Verrà il tempo, anche per noi, di decidere per tutti e, valorizzando il bagaglio trasferitoci dalle generazioni precedenti, lo vogliamo fare con idee nuove, con idee che siano il frutto di una nostra, libera, produzione intellettuale e culturale. Abbiate, dunque, autorità politiche in testa, il coraggio di evitarci anche questa di guerra, in nome dei valori e dei principi che decantate ma che non avevete dimostrato di saper rispettare... CORDIALMENTE LUCA CHIOFALO

, a cura di Peppe Paino

Data notizia: 11/9/2009

Condividi questo articolo

 


Potrebbero interessarti...



Vetrina immobiliare

Apt Residence Canneto Mare
Casa Monte Rosa Lipari Casa Monte Rosa Lipari
250.000
Rudere Quattropani Lipari Rudere Quattropani Lipari
110.000
Vendesi casa Corso Lipari Vendesi casa Corso Lipari
250.000
Attico con terrazzo e garage Lipari Attico con terrazzo e garage Lipari
370.000

Notizie e interviste dalla Capitale

dalla nostra Daniela Bruzzone

Le ricette

Gnocchi rucola e cozze by Gianfranco Taranto

Dalle nostre ricette ingredienti per 4 persone... scoprile!

Eolie Islands

Instagram #vulcanoconsult